menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pd-M5s: bonus anche ad autisti soccorritori e Oss impegnati nell'emergenza Covid

Approvate all'unanimità le due risoluzioni, presentate da Silvia Piccinini (M5s) e Francesca Maletti (Pd), che chiedono alla Giunta di allargare il riconoscimento economico ad autisti soccorritori convenzionati e operatori sociosanitari nei servizi per anziani e disabili

Estendere il riconoscimento economico previsto per gli operatori della sanità anche a tutti gli autisti soccorritori, agli operatori sociali e sanitari (Oss) occupati nei servizi per anziani e nei servizi disabili durante l'emergenza Covid. È l'impegno che chiedono rispettivamente due risoluzioni presentate dal Movimento 5 stelle e dal Partito democratico approvate all'unanimità dall'Aula, che sollecitano la Giunta a stanziare risorse per ampliare il bonus già riconosciuto al personale del servizio sanitario regionale pubblico.

L'attenzione di Silvia Piccinini (M5s) va agli autisti soccorritori che operano in convenzione: "La nostra richiesta è stata recepita e i lavoratori dovrebbero ricevere il bonus entro agosto; chiediamo alla Giunta quindi di procedere celermente nell'erogazione e di fare lo stesso anche per gli operatori socio-sanitari." La pentastellata ha elogiato il grande sforzo messo in campo da tutti i professionisti che hanno lavorato in prima linea con senso di responsabilità: "Si parla ancora troppo poco degli autisti soccorritori, la cui figura professionale non è ancora riconosciuta adeguatamente, speriamo si possa riprendere il dibattito anche a livello nazionale".

Francesca Maletti, prima firmataria della risoluzione dem, si è concentrata invece sugli operatori delle strutture sociosanitarie del territorio e in particolare delle Cra (le case residenza per anziani non autosufficienti): "Il personale ha lavorato strenuamente in una situazione di emergenza e di carenza di organico. Un riconoscimento economico è doveroso come segnale di valorizzazione a chi ha dato l'anima per assistere i nostri anziani e le persone non autosufficienti aiutando le famiglie in questi mesi difficili".

D'accordo sull'importanza del bonus ad autisti soccorritori e Oss  Daniele Marchetti della Lega, che con un emendamento (accolto) ha chiesto alla maggioranza una presa di posizione più netta sul tema: "I nostri servizi socio-sanitari sono stati travolti da emergenza- ha aggiunto- e vogliamo capire cosa è andato storto affinché non accada di nuovo. Si parta rivedendo i criteri di accreditamento delle strutture." Anche Giancarlo Tagliaferri (Fdi) ha sottolineato le difficoltà riscontrate dal sistema sanitario regionale durante l'emergenza, dalla carenza di personale alla necessità di un aggiornamento costante dei piani pandemici: "Bisogna analizzare la situazione che si è creata nelle residenze per anziani, c'è stato un inquietante silenzio su quanto accaduto in Emilia-Romagna nonostante i numeri parlino di un triste primato. Si deve lavorare sulle criticità emerse". Federico Amico (ER Coraggiosa) ha sottolineato l'importanza del lavoro degli operatori sanitari: "Il personale non ha fatto mancare il proprio impegno per accudire le persone residenti nelle strutture e supportare le famiglie. Il sistema di accreditamento ha bisogno di revisione e un riconoscimento economico per i lavoratori sarebbe molto importante. Il lavoro nel sociale deve trovare una qualificazione economica e culturale maggiore".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Allargare la cava significa più inquinamento per la zona»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento