Fondazione, Molinari (Pd): «Cda delegittimato, poniamo fine a questo teatrino»

In una nota la segreteria piacentina del Partito Democratico, per bocca del suo segretario Gianluigi Molinari, commenta le parole espresse dal vicepresidente della Fondazione di Piacenza-Vigevano Beniamino Anselmi, che chiedeva alla politica di non intromettersi

Il segretario provinciale del Pd Gianluigi Molinari

«Leggiamo con sorpresa – afferma una nota della segreteria del Partito Democratico di Piacenza - le dichiarazioni del vicepresidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano relative alla necessità della Fondazione di evitare “intromissioni della politica”. Posso dire – afferma il segretario Gianluigi Molinari - con certezza che nessun partito ha cercato o cercherà di intromettersi nella gestione della stessa Fondazione, governando nomine o incarichi, questo lo posso garantire sicuramente per il Partito Democratico. Ma come politica, chiediamo senza giri di parole di porre fine ad un teatrino ormai giunto al termine. Le dimissioni del Presidente, l’ingovernabilità dell’ente, l’imminenza di decisioni importanti per tutto il territorio piacentino, richiedono una Fondazione coesa, forte e determinata che riprenda un patto con tutti i propri soci ma anche e soprattutto con gli abitanti dei territori di Piacenza e Vigevano. Amministrare nell’agonia di un Cda ormai delegittimato è una follia alla quale chiediamo di porre fine. In merito ai problemi da più parte sollevati a riguardo della gestione del patrimonio, il Partito Democratico chiede a nome dei propri iscritti e dei propri elettori chiarezza, cercando di capire lo stato del capitale e anche le prospettive dei contributi sul territorio, lasciando parlare i numeri per giudicare sull’operato dei soggetti interessati. L’esercizio di scaricare sulla politica le proprie responsabilità è un esercizio piuttosto ridicolo, che però presenta solo un imperativo: ripartire da una forte convergenza di tutti gli attori della Fondazione, dalle amministrazioni locali, all'Università, formazione, alle associazioni economiche, culturali, sociali e cattoliche. L’unica certezza è che bisogna fare in fretta e gli ultimi tentativi di proseguire in questa assurda “non-gestione” stanno danneggiando tutti gli onesti cittadini che non possono che assistere impotenti di fronte a questo spettacolo di goffa conservazione del potere». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento