rotate-mobile
Politica

Per la Polizia Locale serve una sede nuova

Ok unanime in Consiglio all’odg presentato da Rabuffi. Zandonella: «Occorre una sede unica e al passo con i tempi». Il sindaco Barbieri: «Meglio un edificio nuovo rispetto all’ex caserma di viale Dante»

Tutti d’accordo: serve un’unica sede per la Polizia Locale di Piacenza. Luigi Rabuffi (Pc in Comune-ApP) ha ricordato l’impegno presentando un ordine del giorno al bilancio previsionale, approvato all’unanimità. La palla, però, passerà ormai alla prossima Amministrazione: da anni si evidenzia il problema di avere una sede più moderna, idonea e in un’altra zona della città (meglio collegata) per gli agenti. Sul tavolo rimangono alcune ipotesi: spostare la sede in viale Dante (nell’ex caserma dei vigili del fuoco) o in via Boselli, dopo che l’idea di trasferirla a Borgo Faxhall è definitivamente tramontata.

D’accordo sulla necessità anche l’assessore alla sicurezza Luca Zandonella. «Tutti siamo consci che la Polizia Locale – ha espresso in aula - necessita di una nuova sede. Sono oltre vent’anni che è in via Rogerio, ma serve una sede unica e al passo con i tempi. Purtroppo non siamo riusciti ad arrivare al dunque, ma in questo mandato almeno abbiamo risolto il problema dell’autorimessa, che è stata individuata in via Boselli. La prossima Amministrazione sicuramente dovrà affrontare l’argomento».

Per Sergio Dagnino (M5s-ApP) «la sede attuale ha molte criticità». «Viale Dante è la soluzione ideale per tutti – ha aggiunto Mauro Saccardi (Misto) - e non sarebbe neanche complicato il trasferimento. O forse l’Amministrazione intende permettere la vendita per edificare nuovi palazzi?». «Si era parlato anche dell’ex sede della sovrintendenza della Finanza – ha sottolineato Giulia Piroli (Pd) - in vicolo Serafini. Sono stati fatti sopralluoghi, ma non la ritengo la corretta soluzione. La sede di via Rogerio era nato per essere una scuola, dovrebbe ritornare alle origini».

Sull’argomento si è espressa anche il sindaco Patrizia Barbieri. «Trovo giusto pensare ad una collocazione diversa per la polizia Locale. Viale Dante sarebbe servita per tamponare le difficoltà di spazi delle scuole superiori, ma su quello ci ha poi pensato il progetto di Laboratorio Pontieri (con le succursali per Gioia e Colombini, nda). Si potrà valutare in futuro, ma a questo punto credo che serva una caserma ex novo». Barbieri non ha apprezzato però alcune considerazioni sentite nel dibattito. «Sento “chiacchiere da bar” qua dentro su viale Dante. In viale Dante attualmente sono ospitati tutti i mezzi della Croce Rossa e la sua destinazione è per le scuole. L’immobile non è vuoto, ha delle finalità e non è inserito in alcun piano delle alienazioni».

D’accordo con la costruzione di una nuova caserma anche Massimo Trespidi (Liberi). «La Giunta – ha ricordato Michele Giardino (Misto) - voleva trasferirla a Borgo Faxhall. Ora il sindaco la vuole nuova e parla di “chiacchiere da bar” da parte dei consiglieri? Qualcuno si deve fare un esame di coscienza». Per Giorgia Buscarini (Pd) questo è stato «un obiettivo fallito dalla Giunta».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per la Polizia Locale serve una sede nuova

IlPiacenza è in caricamento