rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Politica

Per Passione Civica niente accordi: «Ma non favoriremo liste conservatrici e intolleranti»

La lista di Sandra Ponzini commenta l'esito del primo turno e non si apparenta con Paolo Rizzi

Nessun accordo, ma di certo non favoriranno la coalizione più conservatrice e "intollerante" delle due rimaste in campo. Sandra Ponzini non annuncia accordi, ma un mezzo endorsement sembra trapelare dal comunicato della sua compagine Passione Civica. «La Lista “Passione Civica” – informa in una nota la stessa - è stata costruita per presentarsi alla prova elettorale del 11 giugno senza essere espressione diretta di un partito politico nazionale. La Candidatura a Sindaco di Sandra Ponzini, proposta originariamente da “Art. 1 – Movimento Democratico e Progressista”, ha attirato l’interesse di persone provenienti da percorsi di vita diversi ed eterogenei. Attorno a Sandra ha preso forma un gruppo che si è riconosciuto coerente e compatto nell’elaborazione di un programma di amministrazione della città basato su principi urbani e sociali condivisi.

La campagna elettorale ha rafforzato i legami personali, ci si è scoperti essenzialmente stimolati ad un impegno promosso per la divulgazione e l’affermazione delle proposte di gestione della comunità piacentina senza spinte personalistiche per l’affermazione dei singoli. Il poco tempo a disposizione, l’inesperienza di alcuni a muoversi secondo le dinamiche della competizione politica, la limitatezza delle risorse finanziarie a disposizione (la campagna è stata supportata in autofinanziamento) hanno limitato le potenzialità di affermazione, pur alla luce di un risultato finale di tutto rispetto stanti le condizioni date.

Purtroppo la combinazione delle variabili in gioco allo stato attuale non consente l’acquisizione di alcuna rappresentanza di Passione Civica nel prossimo Consiglio Comunale ma il percorso compiuto costituisce comunque un risultato positivo ed un’esperienza bella ed importante per chi vi ha partecipato. Tutti i componenti della Lista ringraziano in modo sentito chi ha sostenuto il progetto proposto e ha votato Passione Civica al primo turno e ritengono che il segnale di fiducia non debba andare disperso ma si cercherà una modalità per proseguire il lavoro comune di attenzione all’amministrazione della città.

Tuttavia, proprio in virtù della specificità civica, dell’eterogeneità dei percorsi di provenienza, della scelta originaria di distinzione dalle altre proposte in campo, Passione Civica non ritiene opportuno un apparentamento con Liste costruite e caratterizzate da presupposti diversi dai propri. La Lista Passione Civica è stata comunque composta sulla base di uno spirito umanitario, inclusivo, innovatore e riformista e chi si è fin qui riconosciuto in questi valori domenica prossima andrà a votare e certo non favorirà liste conservatrici antitetiche, espressioni di intolleranza e fanatismo individualista».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per Passione Civica niente accordi: «Ma non favoriremo liste conservatrici e intolleranti»

IlPiacenza è in caricamento