rotate-mobile
Politica

Piacenza "città dei centri commerciali"? Aumenta la superficie delle aree, mentre calano i negozi di vicinato

Auchan, Gotico, Galassia. Ma anche centri di medie dimensioni e molti alimentari (che aumentano la loro superficie). Il quadro della situazione, alla luce del nuovo insediamento commerciale inserito nel progetto di "Terrepadane" nell'area dell'ex Consorzio Agrario

L’ok della Giunta Barbieri al progetto di “Terrepadane” per realizzare un’area commerciale da 14mila metri quadrati nel discorso di riqualificazione del comparto dell’ex Consorzio Agrario (tra via Colombo e la ferrovia) è arrivato dopo aver analizzato un report prodotto da “Link”, questo il nome della società bolognese, che si è occupata di raccogliere dati e valutazioni. L’assessore all’urbanistica Erika Opizzi ha preso la decisione dopo aver vagliato il lungo report. La delibera assunta dalla Giunta è stata contestata dal consigliere di Forza Italia Mauro Saccardi, che contesta il nuovo insediamento commerciale. Solo poche settimane fa la Giunta aveva approvato la realizzazione di un nuovo supermercato da 1500 metri quadrati nell'area (anche questa abbandonata e in degrado da tempo) ex Mazzoni, in via Calciati. Comunque il progetto di Terrepadane non prevede solo commercio. 

In questo documento preso come riferimento dall'assessora all'urbanistica (che tiene in considerazione dati poco recenti) sono stati analizzati i cambiamenti della rete commerciale di Piacenza dal 2005 al 2014. Nel complesso vi è un aumento nella dimensione media degli esercizi: da 105 metri quadrati a 118 mq. Si ha a che fare con un calo nel numero di esercizi (-12%) e una sostanziale stabilità nella superficie di vendita complessiva (-1%). Il calo nel numero di esercizi di vicinato, in particolare di quelli con superficie di vendita inferiore a 150 metri quadrati, riguarda soprattutto il settore non alimentare. Nel settore “food” vi è stata una crescita dimensionale degli esercizi e la riduzione di piccole superfici è stata compensata dall’aumento della superficie complessiva. 

IL CENTRO STORICO

«Nel 2011 l’area commerciale naturale del nucleo storico di Piacenza – si legge nel documento - contava su un sistema di oltre 500 attività, anche se il 12% risultavano chiuse o in ristrutturazione, ad indicare segnali di turn over accentuato. L’area commerciale piuttosto articolata ed estesa ha tuttora l’epicentro in due assi commerciali: offre un discreto mix di brand locali e franchising, che rappresentano il 18% delle insegne con picchi in via XX Settembre, dove raggiungono quota 53%. Discreta anche la dotazione di medie strutture specializzate e di brand attrattivi». Va detto che dal 2011 a oggi, il report non registra andamenti, ma sappiamo con certezza che i numeri sono tutti in calo. Lo si vede anche a occhio nudo, osservando le tante vetrine sfitte del centro. Attualmente il centro di Piacenza si caratterizza per la presenza al suo interno di molte più medie strutture specializzate rispetto agli altri centri dei capoluoghi emiliano-romagnoli. Tre di queste hanno una superficie di vendita superiore a mille metri di area vendita e una è una grande struttura.

I CENTRI COMMERCIALI

I centri commerciali: sappiamo dell’Auchan a San Rocco al Porto. La politica piacentina negli anni ’90 si divise su questo progetto. Così Auchan non insediò il proprio supermercato nel territorio piacentino, ma a San Rocco al Porto (a Lodi, in Lombardia), a pochi metri di distanza dal ponte sul Po e dal territorio comunale piacentino. È stato così il primo centro commerciale in ordine di tempo dell’area piacentina, inaugurato nel 1992. È una struttura di 23mila metri quadrati sviluppata su 2 piani, con 32 attività. L’ipermercato occupa 9mila mq, mentre strutture medie al suo interno sono gli elettrodomestici (Euronics), pet food (Arcaplanet), la ristorazione (Sushiko). È in progetto un ampliamento di circa 8mila metri quadrati. mappa centri commerciali-2

Il centro commerciale Galassia (inaugurato nel 2005) è situato a sud est della città di Piacenza, ai margini del nucleo abitato adiacente alla tangenziale e nelle immediate vicinanze di una multisala (Uci cinema) con 10 sale. Il Galassia ha 17650 metri quadrati e 29 attività. L’ipermercato è di 5.250 mq e le medie strutture al suo interno sono abbigliamento (Ovs) e elettrodomestici (Media World). Anno di apertura: 2005-2007

Il centro commerciale Gotico, inaugurato nel 2007, è situato nella porzione sud-est della città (in prossimità dell’area di via Colombo interessata dal nuovo progetto di area commerciale), vicino alla tangenziale e allo svincolo della via Emilia Parmense. Ha 17.850 metri quadrati più una grande struttura all’esterno (Obi, bricolage, da 6340 mq). Al suo interno sono presenti 35 attività. L’ipermercato è di 5.250 mq, mentre le medie strutture all’interno sono di abbigliamento sportivo (Cisalfa), calzature (Scarpe&Scarpe) e abbigliamento (Benetton). Il centro commerciale Gotico si colloca all’interno di quello che è il bacino di gravitazione potenziale della nuova area del progetto “Terrepadane”. Si colloca infatti lungo la medesima direttrice viaria (via Emilia) all’esterno della città, a circa 3 chilometri di distanza dall’area dell’ex Consorzio.

Ci sarebbe anche la Galleria Borgo Faxhall che ospita all’interno un supermercato di medie dimensioni e due specializzati alimentari, 4 negozi di beni per la persona, 2 negozi di beni per la casa, 2 esercizi di abbigliamento, uno di calzature, 5 pubblici esercizi e 10 servizi. Il complesso commerciale è costituito da una galleria ed è adiacente alla stazione ferroviaria di Piacenza non distante dall’area del Consorzio. Il Centro commerciale “Porta San Lazzaro”, adiacente a via Emilia Parmense, si sviluppa come un insieme di attività collocate parallele alla strada con comodo parcheggio davanti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza "città dei centri commerciali"? Aumenta la superficie delle aree, mentre calano i negozi di vicinato

IlPiacenza è in caricamento