«Piacenza declina e muore se perde nuovo ospedale e Bando Periferie»

Il segretario uscente della Cgil Gianluca Zilocchi incalza ancora la Giunta Barbieri: «Tanti proclami ma pochi progetti. Rischiamo di perdere il nuovo ospedale e il Bando Periferie»

Nella foto sotto il segretario Zilocchi

La Cgil piacentina si sta avvicinando al suo congresso provinciale, che si terrà in ottobre. Nelle assemblee, partite da qualche settimana, si discute di temi nazionali, ma anche locali. E i giudizi locali Gianluca Zilocchi 2-2-2sembrano non proprio di apprezzamento nei confronti dell’Amministrazione comunale del capoluogo Piacenza. I rapporti tra la Giunta Barbieri e il sindacato più numeroso non sono mai decollati. In questi ultimi giorni due esponenti della Lega, la parlamentare Elena Murelli e la consigliera comunale Lorella Cappucciati (per altro iscritta, fino ad oggi, allo stesso sindacato), hanno aspramente criticato l’operato della Cgil. Zilocchi, presentando il congresso, non nasconde il pensiero dell’associazione nei confronti della Giunta. «Siamo fortemente preoccupati – spiega  per la città. L’Amministrazione Barbieri ha fatto tanti proclami, ma ad oggi facciamo fatica a vedere dei progetti e la concretizzazione delle proposte. Ci sono molti elementi che ci fanno paura. Noi siamo per un ragionamento di sviluppo per i prossimi vent’anni. A Piacenza, nel bene o nel male, la vecchia Amministrazione aveva fatto progetti, come il Bando Periferie. Speriamo che non vengano tolti questi finanziamenti che riguardano la riqualificazione di zone importanti della città che vanno restituite, come l’area dell’ex Consorzio Agrario. Vediamo uno stallo, abbiamo paura. Non si investe, c’è un grosso punto interrogativo». La Cgil è preoccupata anche per il nuovo ospedale. «Sappiamo che un anno fa il presidente della Regione Stefano Bonaccini ci disse di fare in fretta a scegliere l’area. Ora corriamo il rischio di perdere il nuovo ospedale. Noi pensiamo che le condizioni per realizzarlo ci siano, è ora di individuare questa area. Piacenza declina e muore se perde ospedale, Bando periferie e il recupero dell’area dell’ex Consorzio Agrario. Il sindaco aveva lanciato la proposta di un tavolo per lo sviluppo economico, è il momento migliore per farlo. Il sistema Piacenza deve stare insieme. Dobbiamo tutti insieme fare un’operazione che vada al di là delle appartenenze politiche, per la città».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento