Piacenza in Lombardia? La Provincia dice di no

Si è votata nel consiglio provinciale del 30 settembre la possibilità di indire nuovamente un referendum sul passaggio del territorio piacentino dall’Emilia Romagna alla Lombardia

Nessun referendum e nessun passaggio da una regione all’altra. Piacenza non andrà in Lombardia. Lo ha stabilito il Consiglio provinciale, riunitosi nel pomeriggio del 30 settembre in via Garibaldi, per discutere la proposta dei consiglieri di Fratelli d’Italia Sergio Bursi e Filippo Bertolini. La proposta di indire un referendum non è stata condividisa da tutto il resto dei rappresentanti del territorio. La maggioranza ha votato contro, mentre si sono astenute le due consigliere di Forza Italia Gloria Zanardi e Paola Galvani. Con questa decisione, Piacenza sembra destinata a rimanere ancorata per sempre all’Emilia Romagna: a breve si conosceranno le decisioni della Regione in merito alle Aree Vaste. Tornare indietro, a quel punto, sarebbe pressochè impossibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • Solo in Italia e ricoverato in ospedale a Piacenza, i poliziotti delle volanti si prendono cura del suo cane

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento