menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cartello Piacenza Nord: «Ignorata la richiesta, interpelleremo di nuovo Ministero e Autostrade»

Levoni (Liberali) incalza sulla volontà del Consiglio di aggiungere la dicitura “Piacenza Nord” a “Basso Lodigiano”. Il sindaco Barbieri: «Abbiamo scritto senza esito, ci riproviamo»

La Primogenita vuole il ritorno della dicitura “Piacenza Nord” sui cartelli autostradali dell’A1 affiancata a “Basso Lodigiano”. Ma la richiesta non è stata al momento ancora esaudita. Per questo Antonio Levoni, consigliere dei Liberali Piacentini, è tornato alla carica con Piacenza Nord basso lodigiano-3un’interrogazione, discussa durante la seduta di Consiglio del 23 novembre.  Quando al Governo stavano Movimento 5 Stelle e Lega, sottosegretario ai trasporti era il parlamentare leghista Guido Guidesi, originario di San Rocco al Porto. L’ex sottosegretario aveva contribuito in poco tempo a soddisfare una richiesta che alcuni sindaci lodigiani avanzavano dal lontano 2011: trasformare il cartello da “Piacenza Nord” a “Basso Lodigiano”. 

Piacenza ha sempre contestato, all’unanimità, questa decisione. La cancellazione dell’uscita “Nord” della città ha convogliato una parte di traffico consistente su Piacenza Sud. In più occasioni, in maniera bipartisan, gli esponenti piacentini hanno polemizzato contro quella scelta. «I consiglieri comunali della Lega – ha incalzato e polemizzato Levoni - si sentano con Guidesi (che però non è più al Governo, nda) per cambiare il nome al cartello e mettere anche il nome di Piacenza».

Per ora tutto tace. «All’indomani del voto del Consiglio comunale del 12 novembre 2019 – ha ricordato il sindaco Patrizia Barbieri - inoltrammo a Ministero dei Trasporti, Anas e Autostrade di aggiungere al cartello anche l’indicazione “Piacenza Nord”, suggerendo anche l’eliminazione  dell’indicazione “Piacenza Centro” riferita a Piacenza Sud. La nostra richiesta non ha avuto esito. In data odierna ho provveduto a inviare un nuovo sollecito, in cui si chiede di tenere presente, a distanza di un anno, della volontà del Consiglio comunale». «Ringrazio il sindaco – ha replicato Levoni - per la sensibilità dimostrata. Il desiderio di tanti piacentini è di far tornare il nome sul cartello. Ma se la Lega contatta l’onorevole magari facciamo prima».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento