Sabato, 25 Settembre 2021
Politica

Pisani: "Ci opporremo in ogni modo all’arrivo di altri immigrati. Occuperemo alberghi e ostelli"

Il segretario provinciale della Lega Nord commenta le notizie riguardanti lo sbarco in Italia di migliaia e migliaia di profughi. "La misura è colma"

«Ci opporremo in ogni modo all’arrivo di altri immigrati sul nostro territorio. Occuperemo alberghi e ostelli, come ha suggerito il segretario federale Matteo Salvini. Questo è risultato dell’ignavia di questo Governo, del ministro Alfano e dell’Europa che se ne frega. Questo è ciò che il califfato islamico aveva promesso da tempo: vi invaderemo con 500mila profughi». E’ duro il commento di Pietro Pisani, segretario provinciale della Lega Nord di fronte alla richiesta del ministero dell’Interno, inviata alle prefetture, per reperire subito 6.500 posti per gli immigrati sbarcati in pochi giorni.
«A ben pensarci - afferma Pisani - qualcuno che è contento c’è: sono le coop che su quei disperati fanno affari, come ha dimostrato l’inchiesta della procura di Roma. Poi a essere contenti sono i benpensanti radical chic, cattolici e comunisti, che sono per l’accoglienza a ogni costo e che vaneggiano di integrazione. Sì, ma chi paga? ». La situazione economica in Italia resta grave: «I risultati del Governo Renzi e di chi lo mantiene in piedi si vedono: record del debito pubblico e nuovo aumento della disoccupazione».
In queste condizioni “destinare altre risorse agli immigrati è folle. A Piacenza, il 65% della popolazione carceraria è straniero. Per far riflettere i cittadini fornisco questo dato: la pensione sociale media mensile dei nostri anziani equivale al costo del mantenimento di un detenuto per 3 giorni.
“È inaccettabile che mentre i nostri cittadini restano senza lavoro e senza casa a causa delle politiche criminali di questo governo, lo Stato paghi a spese nostre vitto e alloggio agli immigrati che arrivano nel nostro Paese. Siamo pronti a mobilitare i nostri militanti e tutti quei cittadini che sono stanchi di questo vero e proprio sopruso ai loro danni. La misura è colma, e il governo dovrà capirlo con le buone o con le cattive”.».
Il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, si «è affrettato a dire che tra chi sbarca non ci sono terroristi. Ma come fa a dirlo? La Libia è nel caos. Lo Stato islamico sta attuando quello che aveva promesso tempo fa: vi riempiremo di immigrati. Occorre che le nostri navi blocchino le barche al limite delle acque territoriali, soccorrano chi sta male e rispediscano indietro i barconi senza far più arrivare nessuno sulle coste italiane.».

«I piacentini sono stanchi - ha concluso il segretario provinciale del Carroccio - il lavoro manca, le tasse sono alle stelle così come la criminalità. Senza contare che - e non è un luogo comune - ritornano malattie come la scabbia e la tubercolosi che erano state debellate. E non sono certo gli italiani ad averle importate».
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisani: "Ci opporremo in ogni modo all’arrivo di altri immigrati. Occuperemo alberghi e ostelli"

IlPiacenza è in caricamento