menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Plasma iperimmune, Rancan: «Perso quasi un anno, si consenta la somministrazione della terapia a chi la richiede»

E' quanto chiede il capogruppo della Lega ER, Matteo Rancan, che annuncia la presentazione di una Risoluzione ad hoc

«La Regione consenta la somministrazione della terapia al plasma iperimmune anche in Emilia-Romagna, ai ricoverati in ospedale che ne facciano espressa richiesta, assumendosene anche la responsabilità». E' quanto chiede il capogruppo della Lega ER, Matteo Rancan, che annuncia la presentazione di una Risoluzione ad hoc.

«I numeri dei contagi e dei ricoveri in terapia intensiva stanno salendo in modo preoccupante, ed è inaccettabile il ritardo con il quale la nostra Regione si sta muovendo nei confronti della terapia messa a punto dal professor De Donno. Mentre continuiamo ad assistere all'aumento dei pazienti in terapia intensiva e all'aumento del numero dei morti, esiste una terapia, quella al plasma iperimmune, che sta dando risultati eccezionali. Eppure in Emilia-Romagna non viene somministrata in quanto rientra in un protocollo sperimentale che, come tale, non può ancora essere utilizzato sui pazienti. E' dallo scorso maggio che la Lega chiede che anche la Regione Er istituisca una banca del plasma: è passato quasi un anno e siamo ancora alla fase sperimentale della terapia? Ci rendiamo conto che perdere altro tempo è assurdo e intollerabile?» attacca  Rancan.
«Nelle prossime ore presenteremo una Risoluzione nella quale, fra le altre cose, chiederemo che la terapia al plasma iperimmune possa essere somministrata anche in Emilia-Romagna ai pazienti che ne facciano espressa richiesta», conclude il capogruppo della Lega.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Attualità

Usb: «Non saremo con i Si Cobas davanti alla Cgil»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento