Podenzano, la minoranza: «Il volontariato e la politica da teneri distinti»

Prosegue il botta e risposta tra maggioranza e opposizione a Podenzano sul consigliere Vitali: «Ecco i conti del bando per la piscina. La commistione tra volontariato e politica può provocare effetti dannosi»

Elena Murelli e RIccardo Sparzagni

«Non ho mai parlato di incandidabilità o di ineleggibilità, ma solo di conflitto di interessi».  Ribadisce così il consigliere di Fratelli d’Italia a Podenzano, Riccardo Sparzagni, in riferimento all'elezione in Consiglio comunale di Vitali, presidente della Pro Loco e presidente dell'Activa, cooperativa che ha in gestione la Piscina Comunale di Podenzano. «Le mie considerazioni sono esclusivamente di carattere politico, niente di personale. Non mi interessa rispondere alle provocazioni del sindaco Alessandro Piva, ma ci tengo a ribadire la mia posizione. L'Amministrazione Comunale ha un ruolo delicato nella gestione e nel controllo degli appalti e, inoltre, riconosce finanziamenti alle associazioni che operano sul territorio. Il conflitto di interessi è evidente e, come consigliere di opposizione, ho il dovere di manifestare il mio dissenso. Il sindaco ha espresso pubblicamente la sua stima nei confronti di Vitali, ma qui si parla di ruoli, non di persone». E sul volontariato aggiunge Sparzagni: «Il volontariato e la politica sono due cose da tenere distinte. La commistione delle due porta sempre effetti dannosi».

Anche la deputata della Lega Elena Murelli precisa: «Nulla di personale contro Nicola Vitali che in questi anni ha sempre organizzato iniziative per rivitalizzare il paese coinvolgendo tutte le associazioni. Ribadisco invece al sindaco Piva che avrebbe dovuto verificare bene le normative prima di far candidare una persona con questi ruoli, specialmente a fronte della sentenza n. 550 del 2004 della Corte di Cassazione civile, sez. I, che stabilisce che l’incompatibilità sorgeva al momento della presentazione della candidatura e avrebbe potuto rimuoverla dimettendosi in quanto la Cassazione non ammette nemmeno una fattispecie "elusiva" dell'impedimento in questione, ovvero casi di interposizione "fittizia" di persona. Segnaliamo inoltre che l’affidamento della piscina comunale in questi anni è stato fatto con un bando, due proroghe e due rinnovi e pagando un canone al Comune di 17mila euro l’anno. Ora la cooperativa Activa si è aggiudicata la gara per i prossimi 10 anni proponendo un progetto di ristrutturazione dell’impianto di 110 mila euro ed il riconoscimento al Comune di un canone annuo di 18.500 euro. Fate voi i conti per 10 anni».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Per quanto riguarda il mio ruolo di deputato – continua Murelli – rappresento un partito ben chiaro e non mi nascondo in liste civiche appoggiate dal Pd. In campagna elettorale non ho fatto il porta a porta suonando i campanelli ma al contrario di voi ho volantinato la mia lettera ai cittadini fermandomi a parlare con chi incontravo per strada, chi era in giardino a tagliare l’erba o nei negozi. Come sempre ho ascoltato i cittadini e ho chiacchierato con loro di IMU sulla seconda casa data in usufrutto ai figli, taglio dell’erba, servizi scolastici, possibile spaccio di droga (già segnalato alle Forze dell’Ordine) e altri problemi. L’ho fatto molto umilmente senza presentarmi come deputato per chi non mi conosceva e consiglio anche al sindaco Piva di farlo perché potrebbe scoprire problemi che non immaginava. Come consiglio anche al Sindaco di andare al parco urbano e cercare una panchina (anche se non all’ombra) verso le 17 (cosa che da anni chiedo)! Ricordo al sindaco che non dovrà essere solo il primo cittadino dei 5100 elettori come da lui dichiarato o come scritto in un post dal suo futuro vice-sindaco, bensì dei 9.178 cittadini, di tutte le età, anziani bambini e stranieri anche non residenti.  Noi sappiamo perdere, è il sindaco e la sua nuova amministrazione che devono ri- aggiudicarsi la fiducia del 47,77% che ci ha votato».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento