menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Polledri: «Il numero delle interruzioni volontarie a Piacenza sono un vero bollettino di guerra»

Il consigliere comunale della Lega Nord: «Le interruzioni volontarie dichiarate nell’ultimo anno dall’Ausl di Piacenza sono di circa una al giorno»

“Le interruzioni volontarie - scrive in un comunicato il consigliere comunale della Lega Nord Massimo Polledri - dichiarate nell’ultimo anno dall’Ausl di Piacenza sono di circa una al giorno, un dato che rispecchia un bollettino di guerra e, anche se i casi sono in calo rispetto all’anno precedente, non può essere di certo considerata una notizia rassicurante. Senza contare che, purtroppo, c’è un aumento dei casi fai-da-te: sul web ormai si trovano kit di ogni tipo per affrontare un periodo di povertà e fragilità, come il nostro. In un anno in Italia, su 100.000 casi ne sono stati scongiurati ben 10.000, questo vuol dire che ci sono cause che si possono muovere per limitare queste azioni. Soprattutto in un inverno demografico come quello che il nostro Paese sta vivendo in questi anni. La politica deve, quindi, interrogarsi su tre diversi livelli: la legge non prevede il diritto all’aborto e non dobbiamo, in particolar modo, considerare un essere umano in base al suo livello di sviluppo; il medico deve agire secondo coscienza, cosa che viene prevista nel giuramento d’Ippocrate; infine, uno Stato non si può trasformare in una dittatura non riconoscendo la libertà di coscienza e, di conseguenza, decidere chi pagare in base a questo requisito”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Nell'ultima settimana contagi in calo del 33% nel Piacentino

  • Attualità

    A Ottone una via dedicata alla Giornata della Memoria

  • Cronaca

    Covid-19, altri 83 nuovi casi e sei decessi nel Piacentino

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento