Ponte di Castelvetro, Calza: «Servono 6 milioni di euro»

Il vicepresidente della Provincia fa il punto della situazione sui ponti che collegano alla regione Lombardia

Patrizia Calza

Dopo il confronto richiesto dalle associazioni di categoria del Piacentino, interviene nel dibattito sui collegamenti viari con la Lombardia il vicepresidente della Provincia Patrizia Calza. Le associazioni hanno richiesto un incontro con l’assessore regionale ai trasporti Raffaele Donini, dopo che sono venuti a mancare alcuni collegamenti con la regione lombarda. «Dovremmo pungolare la Regione Lombardia – riflette Calza, che ha la delega ai lavori pubblici in Provincia -, e non solo l’Emilia-Romagna, dato che parecchi problemi arrivano da sue province o comuni.  Inoltre un incontro potrà anche far venire alla luce che non si tratta solo di problemi strutturali ma anche di decisioni in tema di sicurezza e tutela ambiente dei comuni limitrofi ai ponti. Rimango d'accordo sulla necessità di un confronto anche se però non conosco "le azioni che nella limitrofa Lombardia si stanno mettendo in campo per fronteggiare un vero e proprio stato di crisi sull’asse del Po che richiede interventi strutturali a breve, medio e lungo termine la cui portata rende probabilmente necessario un intervento diretto del Ministero delle Infrastrutture”».

La situazione dei ponti che ci collega alla Lombardia infatti è complessa. Sul ponte di Pieve Porto Morone (di competenza esclusiva della Provincia di Pavia) non possono circolare mezzi pesanti. Sul ponte di Piacenza sul Po c’è il divieto di transito sul territorio comunale posto dal Comune di Piacenza, anche se strutturalmente è  adeguato a sopportare il transito mezzi pesanti: la sua competenza è di Anas. I mezzi pesanti possono però circolare sul ponte autostradale. Il ponte di San Nazzaro è tecnicamente percorribile da mezzi pesanti tuttavia il Comune di Castel Nuovo Bocca D'Adda ha posto il limite di transito: la competenza è per circa il 30% della Provincia di Piacenza , per la parte restante della Provincia di Lodi. Il ponte di Castelvetro – di competenza di Provincia di Piacenza – ha imposto il limite di peso. Dunque per l'ente Provincia di Piacenza il problema è il ponte di Castelvetro. Servirebbero 6 milioni di euro: realisticamente non a disposizione della Provincia nei prossimi anni. La soluzione già prospettata e condivisa da Regione Emilia Romagna è quella trasferimento del ponte così come della Strada Provinciale 10 ad Anas, perciò allo Stato. Soluzione, per quanto ne sappiamo, bloccata da altre Province non d'accordo sul ri-trasferimento di strade ad Anas».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento