rotate-mobile
Politica Via del Pontiere

E Trespidi promette: "Nel dicembre 2011 sarà la volta del ponte sul Trebbia"

Trespidi: "Nel 2011 un'altra inaugurazione importante". Ciucci (Anas): "Tempi record, grazie all'impegno di tutti"

ponte_po_16Temperature gelide, nonostante uno splendido sole, hanno caratterizzato la giornata di inizio inverno che ha visto l’inaugurazione del nuovo ponte sul fiume Po, realizzato in tempi record dopo il tragico crollo, avvenuto il 30 aprile 2009, della struttura preesistente.

Numerosissime le autorità intervenute alla cerimonia, in rappresentanza dello Stato, dell’Anas, della diocesi, delle Regioni Emilia-Romagna e Lombardia, delle Province di Piacenza e di Lodi, della città di Piacenza e di San Rocco al Porto.

TEMPI RECORD GRAZIE ALLA COLLABORAZIONE DI TUTTI GLI ENTI - «Un anno fa ho detto: tenetevi liberi il 18 dicembre, perché sarà un giorno importante – ha esordito il Presidente dell’Anas Pietro Ciucci – e oggi ho mantenuto la promessa. Con la costruzione del nuovo ponte, esteticamente pregevole e tecnicamente all’avanguardia, Anas ha vinto una grande sfida, anche grazie alla collaborazione tra tutte le istituzioni e i soggetti pubblici e privati coinvolti nel progetto, alla sinergia in tutte le decisioni importanti, alla grande competenza ed efficienza dei progettisti, dei tecnici, di tutti i lavoratori coinvolti nel progetto, il tutto mantenendo sempre vivo il dialogo con i cittadini e il territorio».

IL NUOVO PONTE: I NUMERI - All’ingegnere De Lorenzo il compito di illustrare tutte le fasi della realizzazione dell’opera, dallo smantellamento di ciò che restava della struttura del vecchio ponte alla realizzazione di un efficiente, anche se provvisorio, collegamento sostitutivo, fino alla definitiva costruzione di un nuovo ponte, decisamente all’avanguardia dal punto di vista tecnico. Enunciate anche le sue caratteristiche, dalla lunghezza di 1,1 Km alla larghezza di 14,5 metri, comprensiva della carreggiata stradale, del marciapiede di servizio e della pista ciclabile larga ben 3 metri, con l’impiego complessivo di circa 8000 tonnellate di acciaio. Sul versante piacentino sono state mantenute a vista, per valorizzarne l’architettonica, sette campate ad arco, mentre sul versante lodigiano sono state realizzare strutture completamente nuove, per un totale di 11 campate.

LA GRATITUDINE PER TUTTI I LAVORATORI - Molteplici i successivi interventi da parte delle autorità presenti, ma particolarmente significative le parole del sindaco di Piacenza, Roberto Reggi: «Oggi celebriamo con giusta solennità la realizzazione di un’impresa , tutt’altro che scontata. Esprimo la mia gratitudine a ciascuno dei lavoratori, dei progettisti, dei tecnici che hanno contribuito alla sua realizzazione. Sembra lontanissimo il periodo immediatamente successivo al crollo del vecchio ponte - ha continuato Reggi - quando si paventava lo spettro di un’odissea senza fine prima del ripristino della viabilità. È stato grazie allo spirito di squadra di tutti gli enti interessati, e non ultima la parte avuta dagli organi statali, che tutte le difficoltà sono state superate con successo».

"ABBIAMO VINTO UNA SFIDA IMPORTANTE" - Così si è espresso il presidente della Provincia di Piacenza Massimo Trespidi: "Oggi è un giorno storico e rappresenta una di quelle occasioni in cui si deve lasciar parlare il cuore e non la mente. La sfida è stata vinta perché siamo stati tutti uniti, ed è doveroso ringraziare il governo, le due province coinvolte nel progetto, i sindaci di Piacenza e San Rocco al Porto, ma naturalmente anche tutta la gente che ci ha aiutato e che ha creduto in noi. Purtroppo inizialmente, in quei tragici giorni successivi alla fatidica data del 30 aprile 2009, aleggiava lo sconforto, e per questo ora siamo ancora più orgogliosi di essere qui e di far parte del “sistema Italia” che oggi ha vinto la grande sfida". Dopo queste toccanti parole, Trespidi ha voluto terminare il suo intervento con una promessa: «Non prendete impegni per il dicembre 2011, perché ci ritroveremo per l’inaugurazione del nuovo ponte sul Trebbia». E a questa dichiarazione, non poteva che seguire un grande applauso. Saremo presenti all’appuntamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E Trespidi promette: "Nel dicembre 2011 sarà la volta del ponte sul Trebbia"

IlPiacenza è in caricamento