Pontenure che verrà: "Il diritto alla sicurezza è una priorità"

Il gruppo consiliare Pontenure che verrà punta il dito contro il Sindaco di Pontenure, colpevole di non riuscire a tutelare al meglio i cittadini

Carla Serena Eccher

I consiglieri comunali del gruppo Pontenure che verrà, Carla Serena Eccher, Paolo Bottazzi, Paola Carini e Francesco Caruso manifestano la loro preoccupazione sul fattore sicurezza a Pontenure.

"L'esasperazione dei cittadini di Pontenure di fronte all'ennesimo fatto criminoso, culminata con la caccia al ladro avvenuta nella frazione di Valconasso, è stata fino ad ora sottovalutata dall'Amministrazione Comunale. Il gruppo consiliare Pontenure che Verrà, in coerenza con quanto proposto in campagna elettorale, ha presentato nei mesi scorsi al Sindaco di Pontenure la richiesta di una commissione speciale sicurezza e ha chiesto conto della promessa, non mantenuta, di installare un sistema di videosorveglianza in alcuni punti strategici del paese, nonostante il finanziamento concesso dalla precedente Amministrazione Provinciale.

Per Il Sindaco e la sua Giunta i reati sono in calo ed a un livello inferiore rispetto alla Provincia, in pratica Pontenure sarebbe un'isola felice. Giocano allo scaricabarile dicendo che il "Comune non ha competenze in materia". Che il Comune non disponga delle piene competenze in questo settore è cosa nota, così come tutti sanno che molto dipende dal governo nazionale targato principalmente PD che taglia drasticamente le risorse destinate al comparto sicurezza.

Ma è innegabile che un Comune, diventato oramai esclusivamente esattore (maldestro) di un gran numero di tasse, abbia gravi responsabilità nella situazione di abbandono del territorio, di degrado e di scarsi controlli, oltre che nella mancata messa in atto di iniziative di prevenzione. Ricordiamo che secondo la Legge n. 121 del 1/4/1981 il Sindaco è inquadrato quale Autorità locale di pubblica sicurezza.

I cittadini chiedono che l'Amministrazione metta il diritto alla sicurezza al vertice delle sue priorità, poiché in assenza di tale diritto non è possibile qualsiasi sviluppo per la comunità. Per questi motivi chiediamo la convocazione urgente di un Consiglio Comunale straordinario aperto in tema di sicurezza in cui i cittadini possano intervenire, esprimere il proprio disagio e proporre soluzioni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta dopo lo schianto contro il terrapieno, muore un uomo

  • Precipita dal sesto piano, muore un giovane

  • "Litigano" su Twitter, poi s’incontrano a Piacenza e ora convolano a nozze

  • Spostamenti tra regioni e viaggi: cosa si può fare (e cosa no) da oggi 3 giugno

  • Incastrato nell'auto ribaltata, grave incidente in via Colombo

  • Sbanda per una vespa nell'abitacolo e si schianta contro un terrapieno di cemento

Torna su
IlPiacenza è in caricamento