«Prendere il treno non ha colore politico»

L’associazione Pendolari Piacenza al consigliere regionale Callori: «Migliorare la vita di chi viaggia è un dovere e non deve essere oggetto di scontro»

«Ci sembra doveroso – interviene Mauro Braghieri, presidente Associazione Pendolari Piacenza - rispondere al consigliere regionale Fabio Callori perché vogliamo ribadire come l’Associazione Pendolari Piacenza non sia espressione di una parte o di interessi particolari ma, da anni, rappresenti gli interessi di tutti i pendolari che ogni giorno da Piacenza devono spostarsi dalla propria città per recarsi sul luogo di lavoro a Milano, Parma o Bologna. Prendere il treno non ha colore politico, ma al contrario è una scelta consapevole, spesso esposta a problematiche di vario genere, di chi decide di rimanere a vivere a Piacenza portando reddito e risorse create altrove. Noi valutiamo le situazioni e i risultati in maniera oggettiva. Abbiamo il privilegio, infatti, della visione, che solo i fruitori possono avere, per definire un determinato intervento sui trasporti utile o meno. Migliorare la vita dei pendolari è un dovere della politica e non deve al contrario essere oggetto di scontro. Forse il consigliere Callori, a differenza di altri colleghi del suo stesso partito e parte politica, non ci conosce. Cogliamo l’occasione per invitarlo a conoscerci in un incontro presso la nostra sede».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Piacenza usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'incubo è finito", Dino De Simone è stato ritrovato: sta bene

  • Dino De Simone non si trova, le ricerche proseguono senza sosta

  • Tre maestre arrestate per maltrattamenti sui bambini all'asilo

  • Travolto e ucciso in bici mentre tornava dal lavoro nei campi

  • Falciato sulle strisce da un'auto pirata, grave un uomo

  • Ubriaco scappa dalla volante, si schianta contro un palo e poi aggredisce i poliziotti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento