«Preoccupati per quel denaro che alimenta crimine e terrorismo»

I parlamentari della Lega, Murelli e Pisani e il consigliere regionale Rancan: «Complimenti alla procura e ai carabinieri per l’operazione antidroga. Evitare che la nostra provincia diventi una base importante per grossi traffici di stupefacenti»

«Complimenti ai carabinieri che hanno sgominato una grossa gang di spacciatori, ma preoccupazione per il quadro delineato dall’inchiesta. Centinaia di migliaia di euro provenienti da attività criminali che non si sa che fine facciano, se finiscano cioè nei circuiti del crimine o, peggio, se possano essere usati per finanziare movimenti fondamentalisti legati al terrorismo di matrice islamica, visto che buona parte di quei soldi prendevano la strada del Maghreb». Lo affermano i parlamentari della Lega, la deputata Elena Murelli e il senatore Pietro Pisani e il consigliere regionale Matteo Rancan. «Ora pene dure e certe per chi sarà ritenuto colpevole - aggiungono - ed espulsione degli immigrati coinvolti nello spaccio, perché di questa immigrazione non sappiamo che farcene».

L’operazione dei carabinieri, affermano i parlamentari e il consigliere leghisti «ben coordinata dalla procura, ha portato alla luce, come la Lega denuncia da anni e come confermano le relazioni del “Casa” il comitato strategico antiterrorismo del ministero dell’Interno, che il guadagno dello spaccio gli stupefacenti viene utilizzato per foraggiare il terrorismo che si richiama al fondamentalismo islamico». I parlamentari sottolineano che «il controllo del territorio, accompagnato da una intensa attività di indagine, è fondamentale per stroncare i traffici di droga che cercano di radicarsi nella nostra provincia. Infine, preoccupa il numero di persone, purtroppo tanti giovani, che con faciloneria consumano cocaina ed hascisc, non rendendosi conto che il loro denaro alimenta una criminalità spietata e che può portare anche al terrorismo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento