«Prima i piacentini. La città ha bisogno di una donna forte come Barbieri»

La leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni ha tenuto un comizio in piazzetta San Francesco a sostegno del candidato sindaco del centrodestra Patrizia Barbieri

Giorgia Meloni e Patrizia Barbieri

L’unico leader donna di un partito italiano in città per un candidato sindaco donna. Giorgia Meloni, guida di Fratelli d’Italia, ha tenuto un comizio in piazzetta San Francesco per sostenere Patrizia Barbieri e il centrodestra nella corsa alle Amministrative di Piacenza del prossimo 11 giugno. Meloni, accompagnata dal consigliere regionale Tommaso Foti, ha parlato davanti a qualche centinaia di persone. Parole di apprezzamento per Barbieri, ma anche uno sguardo alle vicende nazionali, alla luce della possibilità di una nuova legge elettorale simile al modello tedesco. «È scandaloso – ha spiegato Meloni alla stampa prima del suo comizio in piazzetta San Francesco - che, dopo anni in cui tutti sono andati in televisione a dire che le liste bloccate sono una vergogna e che era giusto far eleggere i parlamentari dai cittadini, si vuole ora imporre un sistema che fa decidere completamente tutto alle segreterie di partito. Quello che possono fare i cittadini oscilla tra lo zero virgola e i numeri negativi. Non so se si ispirano a un “modello tedesco”, forse a quello della Germania dell’Est. Francamente avrei lavorato per un sistema che mette gli italiani al centro della scena».

Fratelli d’Italia rischia con la sogna di sbarramento al 5 per cento, fissata dalla possibile nuova legge elettorale? «Non ci preoccupa lo sbarramento del 5 per cento. Siamo abbondantemente oltre questa soglia. Fratelli d’Italia sarà il “granellino” che romperà l’ingranaggio dell’inciucio. La pattuglia di parlamentari di Fratelli d’Italia nella prossima legislatura sarà la garanzia  che non ci saranno i numeri per un governo di inciuci. Se gli italiani non vogliono un altro governo Monti, devono votare Fratelli d’Italia». La Meloni ha parlato anche di Renzi. «Pensa di poter piegare l’Italia ai suoi interessi. Tiene in ostaggio il Parlamento da sei mesi sulla legge elettorale, ora ne sta scrivendo un’altra. Il punto è che quando gli italiani non ti vogliono votare, non c’è legge elettorale che ti faccia vincere. Ha governato male, perderà male perché ha governato contro gli italiani».

Cosa ne pensa degli accordi tra Berlusconi e Renzi su legge elettorale, voto e magari anche alleanze future? «Non ci convince ovviamente in generale l’idea di governare con l’inciucio tra forze politiche diverse. Sono accordi al ribasso contro il volere degli italiani per mantenere lo status quo».

Barbieri, sia con la stampa che dal palco, ha più volte elogiato la candidatura di Patrizia Barbieri per il centrodestra a Piacenza. «Sostengo Patrizia Barbieri perché è una donna forte, capace e concreta. Questa città ha bisogno di una persona così. C’è bisogno di una coalizione ampia, unita di centrodestra che lei rappresenta. Il centrodestra oggi a Piacenza è lei, anche noi di Fratelli d’Italia la sosteniamo per poter dire “Prima i piacentini, prima gli italiani”. Vogliamo una politica che rimetta davanti gli italiani». Cosa ha bisogno questa città? «Garantire sicurezza a Piacenza, difendere le nostre attività, i commercianti, i piccoli imprenditori. Dobbiamo combattere l’immigrazione incontrollata. Vogliamo che venga data la priorità ai nostri anziani per accedere alle case popolari e sostegni alla natalità e alla famiglia». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento