menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Patrizia Barbieri con il direttore generale Vittorio Silva e il dirigente Francesco Cacciatore

Patrizia Barbieri con il direttore generale Vittorio Silva e il dirigente Francesco Cacciatore

Primo Consiglio Provinciale per il presidente Barbieri: «Elezioni il 10 febbraio»

Patrizia Barbieri indica la possibile data per il rinnovo del Consiglio provinciale in scadenza. «Impegno faticoso, ma conosco bene la Provincia. La priorità del mandato sarà la viabilità locale»

Primo Consiglio provinciale per la presidente Patrizia Barbieri. Nella sala consiliare di via Garibaldi la presidente e sindaco di Piacenza ha prestato giuramento. Succede al sindaco di Vigolzone Francesco Rolleri, in carica per quattro anni. «Le priorità di questo mandato – ha spiegato Barbieri - sono quelle di dare delle risposte alle grandi problematiche viabilistiche dei comuni. I lavori pubblici in questi anni hanno rappresentato un’emergenza e hanno visto un lavoro da parte degli uffici tecnici non indifferente. Poi vorrei dare sussidiarietà ai comuni, soprattutto quelli piccoli che hanno bisogno di un ente provinciale che li coordini. Purtroppo la Delrio ha svuotato la Provincia, ma noi vediamo che l’ente ha ancora delle funzioni importanti e c’è bisogno del suo intervento. La Provincia necessita di risorse perché lo chiedono i territori. Questa sarà la “casa dei sindaci”, lavorerò con loro, tutti insieme per dare risposte ai territori». Se il presidente è alla prima seduta, i dieci consiglieri provinciali (cinque del centrosinistra e cinque del centrodestra) sono agli sgoccioli: con l’inizio del 2019 si dovrà rinnovare l’assemblea, con nuove Elezioni dedicate esclusivamente ai consiglieri provinciali. «L’Unione delle Province chiede di fare le Elezioni Provinciali – informa Barbieri - al più presto in gennaio, c’è questa esigenza. Lascerei 40 giorni per organizzare le candidature, quindi pensavamo come data utile il 10 febbraio. Per dare tempo a tutti di fare le opportune valutazioni e presentare le candidature». Un inedito doppio incarico nella storia piacentina. «Sicuramente è un impegno faticoso – spiega Barbieri -, la Provincia però non era una realtà a me sconosciuta, ho fatto l’assessore cinque anni qui e non ho avuto problemi a riallacciare i rapporti».

Durante la seduta, spazio a qualche commento. «Ringraziamo il presidente uscente Rolleri – ha detto Paola Galvani - per l’impegno di questi anni. Finalmente un presidente donna, e che donna. Metterà al servizio di questo ente la sua esperienza e saprà guidare l'ente al meglio». «Congratulazioni a Barbieri, da sindaco del comune di Castelvetro – ha espresso Luca Quintavalla, concittadino di Barbieri - sono contento. Ci sarà la massima collaborazione da parte nostra. Non condivido chi ha detto che è una elezione farsa, sia Rolleri e Barbieri sono legittimi e frutto di un sistema particolare. Buon lavoro al vicepresidente Bursi e ringrazio Rolleri e Calza per il lavoro di questi anni». «Mi associo a Quintavalla – ha aggiunto Patrizia Calza - per le congratulazioni alla presidente. È un incarico che pesa, speriamo che si faccia la riforma della Delrio perché fare il sindaco e il presidente è un incarico gravoso». «In questi anni i consiglieri del centrosinistra hanno costruito la provincia, un ruolo senza precedenti nella storia dell'ente», ha sottolineato il forzista Matteo Lunni.  «Abbiamo visto in questi anni una Provincia come casa dei sindaci – è il pensiero di Alessandro Piva - mi auguro che continui così».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Paga per sbloccare il pacco": attenzione alla nuova truffa via sms

Attualità

Inps: «Nuovo tentativo di truffa tramite e-mail»

social

Bonus vacanze 2021: come funziona?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento