menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Antonio Levoni

Antonio Levoni

Procedura per le nomine comunali, «il sindaco di Piacenza non può decidere in solitaria»

La mozione del consigliere Antonio Levoni (Liberali Piacentini) per rivedere le procedure per gli incarichi dei rappresentanti del Comune presso enti, istituzioni e aziende

Il capogruppo dei Liberali Piacentini Antonio Levoni ha presentato in Comune una mozione tesa ad impegnare «il sindaco e la Giunta a mettere allo studio ed a proporre al Consiglio comunale un nuovo atto di indirizzo sul problema delle nomine di competenza dei Comuni che preveda il coinvolgimento di altri soggetti, oltre il sindaco, nella procedura delle nomine, ferme le competenze di legge».

Nella motivazione della mozione si fa presente che sulla base degli «Indirizzi per la nomina, la designazione e la revoca da parte del Sindaco dei rappresentanti del Comune presso enti, aziende ed istituzioni» il sindaco di Piacenza provvede a tali nomine, di sua spettanza a termine di legge, in forma assolutamente solitaria e totalmente discrezionale, senza alcuna informativa preliminare ad alcun organo e men che meno al Consiglio comunale.

«Si osserva altresì che - consultati i Regolamenti in termini che si sono potuti scaricare in via informatica e cioè quelli delle città di Torino, Monza, Pavia, Milano, Genova, Verona, Modena, Lodi, Lecco, Brescia, Bologna e Roma - il sindaco di Piacenza risulta essere l’unico che possa provvedere in forma solitaria alla nomina, senza alcuna informativa o alcun controllo informativo né precedente alle nomine né successivi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento