Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica Gropparello

«Professionisti, non politici: turismo, sanità e sport i nostri punti». Cavanna candidato a Gropparello

Sfida a tre per le elezioni Amministrative del 3 e 4 ottobre a Gropparello. Luigi Cavanna di 54 anni sfiderà il sindaco uscente Claudio Ghittoni e l’ex sindaco Armando Piazza con la lista civica “Nuovi obiettivi per Gropparello”

Sfida a tre per le elezioni Amministrative del 3 e 4 ottobre a Gropparello. Luigi Cavanna di 54 anni sfiderà il sindaco uscente Claudio Ghittoni e l’ex sindaco Armando Piazza. Nato in Svizzera e tornato in Italia all’età di 11 anni, ha vissuto per alcuni anni a Gropparello per poi trasferirsi a Piacenza, ma nel comune della Valvezzeno ha mantenuto le sue radici. È laureato in Giurisprudenza ed è un funzionario Inail. Si presenta con la lista civica “Nuovi obiettivi per Gropparello, Luigi Cavanna sindaco”, composta da Paolo Bacchetta, Elena Borsani, Daniela Calestani, Angela Cirruto, Sabina Corvi, Fabio Ferri, Emanuele Insenati, Sara Longeri. «E’ una lista civica a 360 gradi, i miei candidati hanno anche idee politiche differenti ma ho scelto persone che non avessero trascorsi politici: a me interessano idee e professionalità» - spiega a riguardo della sua squadra.

Luigi Cavanna Gropparello (3)-2 Perché ha deciso di candidarsi?

«Mi è stato chiesto da un gruppo di amici: ci siamo accorti che l’attuale Amministrazione non ha saputo interpretare i cambiamenti degli ultimi anni, è stata ferma senza rilanciare il paese in tema di sanità, sport e turismo. Gropparello deve puntare sul territorio, non è una realtà industriale ma agricola e con piccoli artigiani».

Quali gli obiettivi del vostro programma?

«E’ un territorio bellissimo da scoprire e valorizzare anche con l’aiuto delle Proloco. Il nostro programma è nel segno della discontinuità dell’Amministrazione uscente grazie a professionalità, non politici, perché è grazie ai professionisti che si va avanti. Punteremo molto sui bandi e per questo ho nella mia squadra che per trent’anni si è occupata di gare d’appalto. Sulla sanità pensiamo di stringere accordi con Ausl e specialisti per le visite domiciliari ai non autosufficienti: a Gropparello non c’è un ospizio e vogliamo portare la sanità dove ce n’è bisogno. In fine lo sport: nel comune ci sono impianti in posizioni strategiche ma occorre una loro valorizzazione ed implementazione affinché vengano sfruttati».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Professionisti, non politici: turismo, sanità e sport i nostri punti». Cavanna candidato a Gropparello

IlPiacenza è in caricamento