Politica

Profughi, Battaglia (Caorso): «La prefettura nasconde il bando d'accoglienza»

L'intervento del sindaco di Caorso Roberta Battaglia contro la gestione della prefettura

repertorio

 “È inammissibile che la prefettura nasconda ai sindaci la collocazione dei centri di accoglienza, definita con bando. Gli uffici territoriali del governo ci stanno impedendo di fare il nostro dovere: quello di tutelare la sicurezza dei cittadini e il rispetto della normativa igienico-sanitaria. Se pensano di obbligarci a un’accoglienza forzata si preparino a una dura battaglia istituzionale: sono pronta a tutelare le mie prerogative nelle sedi opportune e a disporre, nel caso, ferrei controlli igienico sanitari nelle strutture”. Il sindaco di Caorso Roberta Battaglia chiede “trasparenza” sul bando di prima accoglienza e frena la prefettura: “Non vogliamo clandestini sul nostro territorio, non svendiamo risorse pubbliche per gli ultimi arrivati, l’accoglienza e il welfare vogliamo riservarle ai caorsani e ai cittadini stranieri integrati nel nostro tessuto sociale”.

“Il modo di procedere della prefettura è scorretto. Di questo passo ci vedremo arrivare i pullman nella notte. Non è questa la trasparenza, non è questa la correttezza istituzionale”.  “In sede Anci la rappresentanza territoriale di Piacenza ha ben evidenziato la necessità di consultare i sindaci sui temi dell’immigrazione. E’ chiaro che non rimarremo a guardare di fronte a invii forzati e a accoglienze imposte. Questa è una forma incivile di gestire l’immigrazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profughi, Battaglia (Caorso): «La prefettura nasconde il bando d'accoglienza»

IlPiacenza è in caricamento