Profughi, Rancan (Lega): «Calza in linea con il Carroccio, faccia pressione sul Pd»

Rancan: «Da tempo la pensiamo in questo modo, dal momento in cui è proprio un sindaco del PD ad arrivare alle nostre stesse conclusioni, auspichiamo che questa formazione politica avvii una riflessione su questo tema e prenda in considerazione lo stop all’invasione»

Matteo Rancan

«È con piacere che accogliamo Patrizia Calza nel gruppo di chi sostiene che l’accoglienza degli immigrati debba avere un limite».Matteo Rancan, consigliere regionale della Lega Nord, risponde così al sindaco PD di Gragnano Trebbiense, che sulle pagine del Corriere della Sera ha denunciato la necessità di cambiare le regole sull’immigrazione e di rispedire nel proprio paese i richiedenti asilo che rifiutano di ricompensare con il lavoro le comunità ospitanti. «La posizione del primo cittadino gragnanese – attacca Rancan – è la stessa sostenuta da anni dalla Lega Nord. Dal momento in cui è proprio un sindaco del PD ad arrivare alle nostre stesse conclusioni, auspichiamo che questa formazione politica avvii una riflessione su questo tema e prenda in considerazione lo stop all’invasione. Ormai in ritardo per negare l’accoglienza ai presunti profughi fannulloni, Calza è dunque ancora in tempo per fare pressione all’interno del proprio partito. È infatti ora che tutti gli amministratori di centrosinistra si rendano conto che è necessario velocizzare le procedure di identificazione e di attribuzione dello status di profugo, senza il quale gli stranieri devono essere rimpatriati. È inaccettabile – aggiunge l’esponente del Carroccio - che i cittadini italiani, prostrati da una crisi senza precedenti, continuino a mantenere con il proprio sacrificio chi si rifiuta di dare un contributo alla società che li ospita».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento