Profughi, Rifondazione: «Tanzi si scusi per le sue dichiarazioni razziste»

«Le dichiarazioni del sindaco di Sarmato in merito alla vicenda profughi, secondo cui questi ultimi sarebbero un pericolo perché potenziali stupratori, sono vergognose, imbarazzanti e razziste»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

La segreteria provinciale di Rifondazione Comunista ha diffuso una nota sulle dichiarazioni del sindaco di Sarmato sui profughi: 

«Le dichiarazioni del sindaco di Sarmato in merito alla vicenda profughi, secondo cui questi ultimi sarebbero un pericolo perché potenziali stupratori, sono vergognose, imbarazzanti e razziste. Ci aspetteremmo che chi rappresenta le istituzioni lavori quotidianamente per combattere i pregiudizi e le discriminazioni, non per legittimarle, cavalcarle e amplificarle. Come pure ci aspetteremmo che chi rappresenta le istituzioni, a fronte di un'emergenza umanitaria come quella che segna il destino di milioni di donne e di uomini nel mondo, si renda disponibile ad affrontarla o, perlomeno, a non ostacolarla».

«Perciò ci aspettiamo - conclude Rifondazione - che il sindaco Tanzi si scusi pubblicamente per quanto dichiarato: le sue parole sono in tutta evidenza incompatibili con l'esercizio di qualsiasi ruolo pubblico e istituzionale». 

Torna su
IlPiacenza è in caricamento