"Consolidare e qualificare": in arrivo contributi per biblioteche e archivi

Si sono riuniti in Provincia l'assessore Parma, i funzionari della Provincia, il soprintendente della Regione e gli operatori delle biblioteche della città e della provincia per la pianificazione degli interventi per le biblioteche e archivi

Si è tenuto questa mattina in Provincia un incontro tra l'assessore Maurizio Parma, i funzionari della Provincia Luigi Redaelli e Luisella Spezia, e Rosaria Campioni soprintendente regionale per i beni librari e documentali con gli Amministratori e gli operatori delle Biblioteche comunali della provincia per  la pianificazione annuale del  Programma regionale degli interventi in materia di biblioteche e archivi storici  che definisce gli indirizzi, gli obiettivi, le priorità, le procedure e i criteri da perseguire nella pianificazione archivistica, libraria per il triennio 2010-2013

I FINANZIAMENTI - Il programma contempla due linee di finanziamento: la prima  prevede che si assegnino alle singole province risorse con le quali realizzare gli interventi inseriti in ciascun piano provinciale e volti all’adeguamento strutturale e funzionale delle sedi e al potenziamento o avvio di nuovi servizi.

La seconda, a scala regionale, prevede l'assegnazione  diretta delle risorse necessarie alla realizzazione di attività, come la catalogazione, la conservazione e il restauro, la costituzione e scambio di banche - dati, la qualificazione professionale degli operatori, che richiedono ampiezza di coordinamento e omogeneità metodologica e operativa. "Consolidare e qualificare i servizi culturali e valorizzare il patrimonio culturale provinciale in una logica di crescita delle opportunità di fruizione da parte dei cittadini - ha detto a margine l'assessore Maurizio Parma - rappresenta la sintesi degli obiettivi da realizzare attraverso le attività previste dalla programmazione regionale in campo culturale, anche in un momento di crisi come questo, nel quale stiamo assistendo ad una contrazione forte delle risorse messe a disposizione”.

LE RICHIESTE - Le richieste di accesso ai contributi vanno presentate alla Provincia di Piacenza entro il 28 febbraio e prevedono, per i progetti che saranno inseriti nel piano bibliotecario provinciale, un cofinanziamento da parte dei soggetti proponenti e un  limite minimo di costo del progetto che ammonta a 5mila euro per progetti presentati da Comuni con meno di 10mila abitanti; un limite minimo di 8mila euro per Comuni con popolazione compresa tra 10mila e 50mila abitanti e di 10mila euro per i comuni con popolazione superiore a 10mila abitanti.

Il Polo bibliotecario piacentino si sta affermando (sono 23 le biblioteche che vi aderiscono) ed evolvendo con un progetto di aggiornamento al nuovo software regionale. Ma la cooperazione nell'ambito bibliotecario sta interessando un ampio ventaglio di temi, dai regolamenti alla promozione, dalla carta delle collezioni alla misurazione e valutazione dei servizi bibliotecari. Per non dimenticare un altro importante progetto sistemico organizzato e sostenuto dalla Provincia, il prestito interbiliotecario a scala provinciale, che registra annualmente un significativo incremento delle movimentazioni.

SEBINA OPEN LIBRARY - Luisella Spezia, funzionario dell'Ufficio biblioteche, ha illustrato i progetti sui quali la Provincia è impegnata con la collaborazione delle biblioteche. Il progetto di migrazione del Polo bibliotecario piacentino a Sebina OpenLibrary, il nuovo software su web che entrerà a regime il 3 marzo: un intervento reso possibile grazie ad un finanziamento della Regione Emilia Romagna, molto impegnativo in quanto ha comportato una lunga fase di analisi, verifiche, controlli, sull'apparato informatico del polo e  sulla banca dati.

E' stato messo a punto anche un regolamento tipo per l'accesso a internet, in considerazione del fatto che diverse biblioteche hanno aperto o stanno aprendo un servizio per l'accesso a internet da parte degli utenti. A breve questi regolamenti con relativa modulistica saranno pubblicati nel sito del Polo bibliotecario piacentino nella sezione Documenti per i bibliotecari (www.biblioteche.piacenza.it)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

GLI ARCHIVI - Infine Luisella Spezia ha fatto un accenno alla situazione degli archivi storici comunali. Pur in una situazione difficile, sul versante della conservazione e del riordino dei documenti ed in assenza di archivisti professionisti, si sta lavorando sulla strada tracciata dalla Soprintendenza regionale per una valorizzazione del patrimonio archivistico e per la realizzazione di attività didattiche che contribuiranno a diffondere la conoscenza di un patrimonio che è la fonte della nostra storia.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento