Programmi d'area, Foti: "La Regione verifichi il rispetto degli obiettivi"

Il consigliere solleva il caso del programma "Po, fiume d'Europa": il Progetto "Valle del Po" siglato nel 2005 e finanziato con 180 milioni di euro non risulta attivato

La Regione Emilia-Romagna dovrebbe “effettuare con i soggetti sottoscrittori dei programmi d’area di Piacenza una verifica rispetto agli obiettivi previsti e conseguiti, oltre alle modifiche, dei programmi stessi”, perché “detti programma - risalenti all'inizio degli anni 2000 - risultano complessivamente sottoscritti da 59 enti, prevedendo la realizzazione di 60 interventi per un investimento complessivo di 845 milioni di euro”, ma in alcuni casi gli interventi “non hanno trovato attuazione alcuna”.

A chiederlo è Tommaso Foti (Fdi-An), in una interrogazione alla Giunta regionale in cui analizza la programmazione negoziata di iniziativa locale del territorio di Piacenza, che si articola su quattro programmi d'area: “Polo logistico di Piacenza”, “Azioni Integrate Val Tidone-Val Luretta”, “Po, fiume d'Europa” e “Parco della Salute”.

Per quanto riguarda il Polo logistico di Piacenza il consigliere rileva che “le iniziative riguardanti la realizzazione di una metropolitana leggera per il trasporto di persone, la creazione di un Osservatorio dei flussi delle merci e la implementazione di un piano di marketing territoriale specifico per il settore logistico non hanno trovato attuazione alcuna”. In merito invece alle Azioni Integrate Val Tidone-Val Luretta occorre “risulta sospeso il recupero del complesso di Tavernago”, rimarca Foti, mentre per il Parco della salute “nulla è previsto per quanto riguarda il complesso denominato Terme di Bacedasco, l'attività delle quali è cessata da anni, ancorché richiamate quali componenti del circuito termale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, il consigliere si concentra sul programma d’area “Po, fiume d’Europa”, per il quale in particolare chiede alla Giunta di “sollecitarne l’attuazione”: infatti, sottolinea, “sono andati deserti i bandi di sostegno alle imprese della filiera agroalimentare, che prevedevano l'assegnazione di oltre 160.000 euro, delle province di Piacenza e Reggio Emilia e risultano erogati poco più di 6.000 euro, a fronte dei 100.000 impegnati, riservati ad interventi di sostegno alle imprese per le attività di agriturismo della provincia di Piacenza”. Inoltre “per iniziative a favore del turismo delle province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, risultano erogati circa 400.000 euro a fronte di 643.00 impegnati” e – conclude Foti- “il progetto strategico speciale Valle del Po, siglato nel maggio del 2005 tra l'Autorità di Bacino del Po e le Province rivierasche del Po e che allora risultava finanziato per un importo di 180 milioni euro, non risulta  allo stato attivato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento