menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Provincia, arriva l’ok al bilancio consuntivo

Approvato il bilancio dell’ente. Bursi (Fratelli d’Italia): «Tutto va bene, si naviga in acque meravigliose. Ovviamente sono ironico, le cose sono tutte il contrario»

La Provincia di Piacenza approva il suo bilancio consuntivo 2015, con il solo voto contrario del consigliere di minoranza Sergio Bursi (Fratelli d’Italia). Il bilancio parla di 7 milioni e 500mila euro di avanzo, di cui 3 milioni e 600 vincolati. La cifra molto più bassa dell’anno precedente, quando l’avanzo fu di 15 milioni. «Abbiamo raggiunto – ha spiegato il dirigente dell’ente Francesco Cacciatore - l’obiettivo del Patto di Stabilità. Le entrate sono in riduzione: Rca auto e imposta sui veicoli erano le maggiori. Sono in riduzione le prime – 8,32% rispetto al 2014 -, le altre sono in incremento dell’11%, per 11 milioni complessivi. Ci sono molte immatricolazioni ma meno assicurazioni». Nel bilancio c’è un milione e mezzo in meno di spesa per il personale. Sulle spese d’investimento ha inciso l’evento alluvionale del 14 settembre.

 «Situazione rosea mi pare di capire – ha commentato ironicamente Bursi - si vede che Forza Italia ha dato un contributo positivo. Non vengono calcolati in questo bilancio i pre-pensionamenti, gli investimenti non fatti. Questa amministrazione, pure in una situazione drammatiche, naviga in acque meravigliose. È un grazie della popolazione: tutto va bene. Mi auguro che vada sempre così. In realtà la mia è ironia: le cose sono tutte il contrario di quello che ho detto, tranne sul fatto che Forza Italia abbia dato il suo apporto». «Abbiamo fatto il massimo – ha risposto Gloria Zanardi (Forza Italia), non è questa la sede per fare polemiche sui problemi dei centrodestra». «Mi auspico che i soldi dell’ente – ha aggiunto la collega Paola Galvani - e dei piacentini per sopperire alle emergenze vengano integrati dalla Regione. Per ora sono arrivate percentuali irrisorie. Non dimentico le mancanze della Regione in questa sede». Durante la seduta la Provincia ha votato all’unanimità la volontà di permanere nella realtà associativa a tutela del Parco del Monte Moria. L’associazione chiedeva alla Provincia se intendeva rimanere, a titolo non oneroso, all’interno di questa realtà. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento