Provincia, stanziati altri 500mila euro per fronteggiare la crisi

Presentato il programma d'interventi che l'ente di via Garibaldi intende mettere in campo per sostenere l'occupazione. Stanziati altri 500mila euro per favorire imprese, imprenditori e comuni, che si aggiungono ai 650 spesi negli scorsi mesi. Avvio dei bandi nel mese di giugno

Moreni e Trespidi alla presentazione degli interventi

Lo scorso 16 maggio in sede di variazione di bilancio la Provincia di Piacenza ha deciso di stanziare altri 500mila per il piano straordinario di contrasto alla crisi. La somma si va ad aggiungere ai 650mila già impiegati sullo stesso tema nel novembre del 2013. «Il nostro ente – ha spiegato il presidente della provincia Massimo Trespidi con Manuela Moreni, dirigente del settore formazione e lavoro dell’ente di via Garibaldi – ha utilizzato per questo fondo esclusivamente soldi suoi».
Il primo intervento riguarda un fondo di 250mila per contributi a datori di lavoro per interventi a sostegno dell’inserimento e del reinserimento professionale di lavoratori a rischio di espulsione-esclusione dal mercato del lavoro. Destinatari del progetto sono i lavoratori/lavoratrici disoccupati over 50, o over 35 in difficoltà (disoccupati da 6 mesi, licenziati, sospesi). «Questo intervento – spiega il presidente – aveva già dato buoni risultati nei mesi scorsi, perciò lo riproponiamo. L’obiettivo in questo caso è arrivare all’assunzione a tempo indeterminato del lavoratore».

Il secondo intervento, di 150mila euro, è dedicato agli incentivi alle imprese per l’assunzione e la stabilizzazioni di giovani dai 29 ai 34 anni: beneficiano del progetto i datori di lavoro con partite Iva se mantengono per almeno 24 mesi il rapporto di lavoro a tempo indeterminato. Anche questo intervento era già stato sperimentato con buoni risultati grazie ai precedenti 650mila euro.

Trespidi e Moreni hanno presentato anche altri tre nuovi tipi di intervento, realizzati in altri territori e ora riproposti a Piacenza e provincia. Le imprese che assumono a tempo determinato (almeno 12 mesi), lavoratori ultra ventinovenni disoccupati, avranno diritto a incentivi. La somma stanziata per questo progetto è di 190mila euro. «Vogliamo soprattutto incentivare – ha dichiarato il presidente – l’occupazione femminile. Il rapporto sul mercato del lavoro presentato nelle scorse settimane ha fatto emergere quanto Piacenza sia nelle graduatorie più basse in Italia per donne impegnate nel mondo del lavoro. Vogliamo perciò intercettare questo bisogno».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Ci sono lavori – riflette il presidente - che nessuno effettua più nei paesi della provincia. Stanzieremo 30mila euro per chi s’impegna, per conto dei comuni, a lavori di giardinaggio, pulizia, manutenzione edifici, strade, manifestazioni sportive, culturali, ecc. L’iniziativa è dedicata ai lavoratori provenienti da situazioni di crisi aziendale». Anche chi svolgerà per conto dei comuni lavori socialmente utili, potrà accedere a contributi speciali. È stata prevista un’ulteriore somma di 30mila euro per impiegare persone in situazioni di difficoltà in questo genere di occupazione. «È la prima volta – conclude Trespidi - che nella nostra realtà si effettuano questi interventi. M’incontrerò personalmente con tutti i sindaci per discutere di questi ultimi due progetti che interessano i comuni. In questo programma straordinario riusciamo a dare sostegno a tanti soggetti: ai lavoratori, agli imprenditori e ai comuni. I bandi per questo genere di interventi saranno avviati nel mese di giugno. Oltre a questo 1 milione e 150mila euro nel corso del 2013 abbiamo effettuato lavori per 14 milioni: voglio far notare che i nostri tempi di pagamento sono mediamente entro i 30 giorni, mentre la Pubblica amministrazione a livello nazionale tende a pagare dopo una media di 7-8 mesi, anche a causa del Patto di stabilità. Nei prossimi giorni inoltre inaugureremo la nuova palestra di Fiorenzuola, i cui lavori sono stati pagati dopo soli quindici giorni dal loro termine».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Invia le foto del tradimento alla moglie dell'amante della sua compagna, prima condanna per revenge porn a Piacenza

  • Sorprende i ladri in casa, 90enne scaraventata a terra e rapinata

  • «Ho ucciso Leonardo, ma l’ho fatto per difendermi. Chiedo scusa alla famiglia»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento