Politica

Putzu: «In Comune situazione complessa, ma ho sempre rispettato la leadership del sindaco»

L’ex assessore commenta le sue dimissioni: «Sono a disagio, dopo 15 anni di opposizione avevo la speranza di poter migliorare la città senza altri scopi. Ho organizzato eventi di successo, dispiace non portare avanti quelli già previsti»

L'ex assessore Filiberto Putzu

«Quello che mi è successo è quello che accade quotidianamente nel mio studio medico: incontri la brava persona e quella arida, incontri la persona leale ed il meschino, ti raccontano tante storie di vita vissuta, si va d'accordo ma talvolta ci si può anche non comprendere, la vita è complicata, e forse questo è il suo bello...». Parte da qui la riflessione di Filiberto Putzu, ex assessore del Comune di Piacenza, a distanza di due giorni dalle sue dimissioni dall'Amministrazione Barbieri. L’esponente di Forza Italia, molto amareggiato per la vicenda che lo ha visto protagonista, ha affidato ai social il suo pensiero. Putzu se ne è andato perché il feeling tra lui e il sindaco Patrizia Barbieri era ai minimi termini.

«Quindi gli stati d'animo che sto raccontando – ha scritto Putzu - e che sono quelli della vita di ogni giorno si trovano anche nella politica, in questo caso la politica amministrativa di una città che mi ha visto dimissionario dalla carica di assessore della Giunta di Patrizia Barbieri. Ora in Comune si è creata una situazione complessa che abbiamo forse subito un po’ tutti...  Dopo 15 anni di opposizione avevo accettato l'incarico da assessore nella speranza di poter migliorare la città senza alcun altro scopo o retropensiero».

«Il mio obiettivo era - nella consapevolezza del mio ruolo di assessore, stando sempre al mio posto e riconoscendo e sostenendo sempre la leadership del sindaco - di applicarmi per fare, per costruire, per piantare alberi e non per tagliarli... Ho lavorato con impegno e responsabilità. Come alcuni altri membri di Giunta ho sacrificato la mia vita privata dando sempre priorità alla responsabilità che mi ero assunto a favore della città che amo. Ho praticato la ricerca della sintesi e del massimo coinvolgimento, ho inaugurato la stagione dei Town Meeting... Ho valorizzato il cuore della città, con un dicembre 2017, un Natale e Capodanno spettacolari (di questo mi vanto lo ammetto), ho gestito personalmente manifestazioni che hanno avuto larghissimo consenso, ho lavorato - faticando- anche in settori più tecnici ed in situazioni molto complesse, come i servizi al cittadino, il demanio e il patrimonio.

Ho fatto sì che il Comune si dotasse di una pagina Facebook "Succede a Piacenza", pagina seguitissima che anticipa e relaziona gli eventi organizzati dall'Ente.  Per questo devo ringraziare i dirigenti e gli impiegati del Comune. Non ho mai dimenticato la tolleranza, il rispetto delle persone, la consapevolezza dei miei difetti ma anche dei miei punti di forza. Certo...sono rammaricato e dispiaciuto, soprattutto dispiaciuto per non aver potuto inaugurare progetti su cui con i dipendenti sto lavorando da tempo. Qualche esempio? La mostra del Centenario della Grande Guerra che si inaugura il prossimo 4 novembre e durerà fino al 26 dicembre, il prossimo allestimento di Piazza Cavalli con videomapping estesi a più palazzi con le immagini del Pordenone e degli angeli della Madonna Sistina, il Capodanno...  E per il 2019 cinque eventi importanti tra cui una grande tre giorni internazionale su "San Rocco uomo moderno", il primo Festival delle Bande Musicali Militari a Piacenza, un Raduno internazionale Alfa Romeo GT e il Raduno del 2° Raggruppamento Alpini per il quale con il Sindaco avevo già buttato basi consistenti...  E ancora il coinvolgimento della nostra città in un progetto con finanziamento europeo assieme alla città di Cracovia, Finmeccanica e Aeroporti Linate-Malpensa. Un po’ di disagio lo proverò dopo 17 anni di attività in Comune...Devo ringraziare tutte le persone che mi hanno sostenuto e che con il loro voto e consenso mi hanno consentito di lavorare per la città. Complessivamente la ritengo una esperienza positiva nonostante questo finale, ma mi consola il fatto che come sempre... nel mezzo di ogni difficoltà si nasconde sempre una opportunità».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Putzu: «In Comune situazione complessa, ma ho sempre rispettato la leadership del sindaco»

IlPiacenza è in caricamento