«Quarantasei spazzaneve in meno e da lunedì niente sale sulle strade: è caos»

Duro attacco del Pd: «L’intensa nevicata degli ultimi giorni sta mandando nel caos Piacenza. La Giunta Barbieri ha optato per una soluzione al ribasso». L'assessore Garetti: «Informazioni false, sono in azione oltre 70 mezzi con lame e 10 spargisale. Dal Pd solo una falsa campagna elettorale durante il silenzio elettorale»

«L’intensa nevicata degli ultimi giorni sta mandando nel caos Piacenza». Al gruppo consiliare del Partito Democratico risulterebbe che «gli spazzaneve a disposizione della città, a causa del nuovo appalto siglato dall’Amministrazione Barbieri, sarebbero stati ridotti a una quantità di 30 mezzi invece dei 76 del passato. Da novembre 2017, infatti, gli interventi di sgombero dalla neve - spiegano Stefano Cugini, Giulia Piroli, Christian Fiazza e Giorgia Buscarini del Pd - e spargimento di sale antighiaccio non sono più affidati a Iren, ma a due nuove imprese. Il Comune ha stanziato un milione e 680mila euro per tre anni, variabili a seconda dell’effettivo impiego dei mezzi.  Gli spazzaneve in campo per Piacenza non sarebbero la sola controversia evidenziata dal Pd:«Ci risulta che da lunedì non venga sparso il sale sulle strade. La gente sta distribuendo personalmente il sale in maniera “fai da te”, con in mano i cartoni e al freddo, come si faceva negli anni Settanta. Il ghiaccio sta mettendo a rischio l’incolumità dei cittadini. Da alcuni media locali, inoltre, abbiamo appreso situazioni di forte criticità: il viale d’accesso all'asilo di via Sbolli, per esempio, dovrà assolutamente essere ripulito nelle prossime ore, altrimenti sarà difficilmente praticabile al rientro degli alunni. A Vallera, come quasi la totalità delle frazioni, gli spazzaneve sono un miraggio. Sembrerebbe anche che nessun funzionario comunale stia controllando concretamente l’operato delle ditte».  «La giunta forse vive su un altro pianeta, visto che sta giudicando positivamente l’operato di tutte le componenti in campo», attaccano Cugini, Fiazza, Piroli e Buscarini. «I marciapiedi sono impraticabili, domani gli elettori rischieranno di avere difficoltà a recarsi alle urne. La Giunta Barbieri ha optato per una soluzione al ribasso: questa è la triste condizione di abbandono in cui ora giace la città. Ci auguriamo che l’Amministrazione comunale si scongeli e ponga un rimedio all’emergenza».

Problemi registrati anche a Mucinasso. Il personale che sta preparando il seggio alla scuola elementare si è trovato di fronte il parcheggio - appena realizzato dall’Amministrazione e atteso dai cittadini da anni - purtroppo impraticabile. Nessuno spazzaneve era passato. Difficile parcheggiare anche nei pressi, a causa della neve che si era accumulata. E al limite della praticabilità è anche la strada che collega Mucinasso e San Bonico. Gli abitanti hanno detto che nei giorni scorsi gli spargisale sono passati diverse volte, ma dalla scorsa notte non se ne è più visto uno. I residenti fanno notare anche uno dei punti strategici della viabilità, l’incrocio con la Farnesiana, ha bisogno di interventi. Il semaforo non scatta se le ruote non salgono sopra una spirale. Ma nessun cartello la indica, né tantomeno aiuta la segnaletica orizzontale, ormai cancellata del tutto dal manto stradale. Ieri, comunque, il semaforo è stato messo in modalità lampeggiante, per consenitre un deflusso più rapido dei veicoli.

LA REPLICA DELLA GIUNTA: "CONSIDERAZIONI FALSE DA CAMPAGNA ELETTORALE. SONO IN AZIONE 70 LAME"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La risposta al Pd arriva dall’assessore ai lavori pubblici Paolo Garetti. «Al di là del fatto che il silenzio elettorale - replica Garetti - andrebbe rispettato dai consiglieri del Pd, ritengo che con questa "uscita" s’intenda solamente discreditare l’Amministrazione su nessuna base concreta, dal momento che contiamo più di 70 mezzi con lame operativi sul territorio comunale, oltre a dieci mezzi spargisale in funzione. Le dichiarazioni fatte verranno prese in considerazione: trattasi di “procurato allarme”, dato che si sta creando preoccupazione alla cittadinanza. Di fronte a un evento del genere così eccezionale per l’intensità (in così poco tempo) in una zona come Piacenza, vorrei sapere le fonti delle informazioni del Pd: reputo che queste dichiarazioni siano solo una campagna elettorale falsa e di bassissimo livello. Questi consiglieri dovrebbero solo ringraziare che negli ultimi cinque anni non hanno avuto a che fare con eventi di tale eccezionalità: dovrebbero vergognarsi per quanto detto. Non nascondo che ci sono dei disagi, ma si sta agendo con la massima solerzia. Dalle ore 13 sono state introdotte misure eccezionali per far fronte ai problemi. L’eccezionalità dell’evento atmosferico è data dal fatto che si registrano ben nove chilometri di coda in autostrada».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camionista ucciso a Fiorenzuola, sul tir dell’imputato 8 coltelli

  • Tragico tamponamento fra Tir, autista muore schiacciato nella cabina

  • Si ribaltano nel campo dopo la nottata in discoteca, illesi cinque giovani

  • Schianto all'incrocio tra via Martiri e via Boselli, due feriti

  • Maltempo in arrivo sul Piacentino, allerta per temporali e frane

  • Foto tra ragazzini a cavallo del Milite Ignoto. L'ira del sindaco: «Offensivo per la Nazione, denunciateli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento