menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La giunta durante la discussione su Urban Hub

La giunta durante la discussione su Urban Hub

Quartiere Roma, dopo “Matti da Galera” arriva anche l’Urban Hub

Il consiglio approva la nascita di Urban Hub, l'associazione che promuoverà le industrie creative piacentine. La sede sarà all'angolo tra via Trebbiola e via Alberoni. Timpano: «Speriamo che incida sulla qualità della vita della zona». E c'è chi chiede una pedonalizzazione del quartiere nel weekend

Durante il Consiglio comunale del 6 ottobre è stato votata discussa – e poi votata – la costituzione dell’associazione temporanea di scopo per la realizzazione del progetto Urban Hub, situata all’angolo via Trebbiola e via Alberoni. Lo spazio, dedicato ai creativi piacentini per favorire la nascita di industrie, avrà al suo interno alcuni laboratori integrativi. Ci sarà nel cuore del progetto un Fab Lab, un laboratorio universitario tenuto dal Politecnico e dall’Università Cattolica, un laboratorio sulla filiera dell’acqua promosso dal Consorzio di Bonifica, uno sul riuso, un altro dedicato alla musica con una sala di registrazione. Il Fab Lab – a detta del vicesindaco e assessore allo sviluppo economico Francesco Timpano - partirà il 1° maggio 2015. «Popoleremo in modo vivace quell’area – ha spiegato Timpano in aula - con studenti, creativi e innovatori, investendo sulla zona oltre che sul progetto».

Dopo varie discussioni in commissione nel corso degli ultimi mesi, il progetto è stata elogiato anche dall’opposizione. «Mi auguro che sia – ha rimarcato il suo parere favorevole Carlo Pallavicini (Sinistra per Piacenza) - un’opportunità aperta a tutta la città, orientata ai giovani che non hanno le forze per avviare un’attività da zero». «Comincia l’avvio del progetto – ha detto invece Giovanni Castagnetti (Piacentini per Dosi) -, la location è particolare, si recupera un luogo e si ricrea un tessuto in una zona della città che ha difficoltà. Si sta finalmente togliendo quell’aurea di “territorio off-limits” al quartiere in cui, a detta di tanti, non vengono rispettate le regole».

«L’associazione di scopo – chiarisce ancora il vicesindaco Timpano - dovrà spendere risorse, un po’ pubbliche e un po’ private: faremo bandi per chi si vorrà misurare con il progetto, ma la gestiremo in modo del tutto trasparente. Speriamo che questo riporti anche effetti sulla qualità della vita del quartiere dove si insedieranno. Mi sbilancio sui tempi: il Fab Lab partirà il 1° maggio, il cubo  - più piccolo di quello di piazza Cavalli - lo collocheremo come punto informativo di Expo, i laboratori musicali entro la fine dell’anno. Cercheremo di rispettare questi tempi, a fine ottobre-inizio novembre stipuleremo la convenzione e faremo partire subito i lavori». Il voto è stato l’intero consiglio approvare l’adesione, ad eccezione del solo Giovanni Botti (Pdl), che si è astenuto.  

Nel corso della discussione su Urban Hub, vista l’ubicazione della sede dell’iniziativa, si è parlato anche della manifestazione “Matti da Legare” andata in scena nel quartiere Roma lo scorso weekend. L’evento è stato apprezzato in modo bipartisan da tutti i consiglieri che sono intervenuti in aula.. Diversi di loro hanno inoltre preso parte alla festa. «Voglio fare un plauso all’evento di via Roma – ha detto Maria Lucia Girometta (Fi) -, speriamo si facciano in futuro altre iniziative insieme ai commercianti in quella zona». «Ho partecipato anche io – ha sottolineato Marco Colosimo (Piacenza Viva) - e sono tornato a casa contento: ho passeggiato in via Roma, finalmente in un’altra veste. Purtroppo i dati sulla zona e sulla delinquenza sono chiari, c’è un problema concreto a cui bisogna dare risposte chiare. L’evento organizzato lo scorso weekend e l’Urban Hub sono fatti concreti». «Sono stato in via Roma – ha spiegato Carlo Pallavicini (Sinistra per Piacenza) - e nelle vie attigue, mi sono trovato bene ed è stata una bella iniziativa. Pensiamo a un’ipotesi di pedonalizzazione di via Roma per quanto riguarda il weekend: rende più sicura la zona e la gente si riverserebbe nelle strade, i piacentini sono sicuro che apprezzerebbero».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento