Rancan e Stragliati (Lega): «Il piano regionale di terapia intensiva penalizza Piacenza e l'Emilia ovest»

La denuncia è firmata dai consiglieri regionali della Lega, Matteo Rancan, capogruppo, e Valentina Stragliati che hanno bocciato la relazione che l’assessore ha presentato in Commissione Politiche per la Salute e Politiche sociali

«Tutta l’Emilia Ovest, e, in particolare, la provincia di Piacenza con i suoi mille morti e oltre 4500 contagiati da Coronavirus, risulta fortemente penalizzata dal progetto Covid Intensive Care presentato dall’assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini». La denuncia è firmata dai consiglieri regionali della Lega, Matteo Rancan, capogruppo, e Valentina Stragliati che hanno bocciato la relazione che l’assessore ha presentato in Commissione Politiche per la Salute e Politiche sociali e che vede la creazione di posti letto di terapia intensiva dedicati al Covid a Parma (14), Modena (48), Bologna (50) Rimini (34). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«L’azienda ospedaliera di Piacenza – hanno ricordato Rancan e Stragliati – è piccola, ma visto il conto che ha pagato in termini di vite umane al Covid 19 meritava di essere potenziata e non indebolita ancora di più. Il caso di Piacenza smentisce, anche con la sua attuale curva epidemica di contagio, l’assessore Donini che ha invece promosso il sistema sanitario regionale dicendo che ha retto alla pandemia. Non basta – ha aggiunto Stragliati intervenendo questa mattina durante i lavori della Commissione – dire che i posti letto in terapia intensiva a Piacenza sono passati da 15 a 45 unità, perché questi sono stati tolti di fatto alla normale attività ospedaliera per i pazienti non-Covid e, quindi, l’intera offerta sanitaria ne risente negativamente. Se a questo aggiungiamo la situazione di Fiorenzuola e Castel San Giovanni, dove sono in programma solo dei Punti di Primo Intervento, mentre il grosso dell’assistenza anche di pronto intervento sarà concentrata per tutta la provincia solo a Piacenza, è evidente il depotenziamento che la Regione intende realizzare a danno non solo della provincia di Piacenza ma anche dell’Emilia Ovest» concludono Rancan e Stragliati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Scandalo Levante, indagato il colonnello dell'Arma Corrado Scattaretico

  • San Polo, camion di pomodori si ribalta e perde tutto il carico

  • Rissa al Tuxedo, parla il gruppo dei campani: «Noi offesi, minacciati e insultati»

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento