Spandimento liquami, Rancan: «La Regione dorme, agricoltori piacentini in ginocchio»

Il consigliere regionale della Lega attacca la giunta regionale guidata dal Pd di Stefano Bonaccini, per l'immobilismo rispetto alla deroga che consente l’apertura di una finestra temporale adeguate a consentire agli agricoltori l’utilizzazione dei reflui zootecnici per ripristinare la fertilità del terreno

Rancan

«Deroga “spandimento liquami”: la Regione Emilia-Romagna dorme e gli agricoltori sono in ginocchio». Il consigliere regionale della Lega, Matteo Rancan, attacca la giunta regionale guidata dal Pd di Stefano Bonaccini, per l'immobilismo rispetto alla deroga, concessa dal Ministero dell'Ambiente, che consente l’apertura di una finestra temporale adeguate a consentire agli agricoltori l’utilizzazione dei reflui zootecnici per ripristinare la fertilità del terreno.

«Gli agricolotori piacentini sono stremati: a novembre è piovuto tutto il mese e le abbondanti precipitazioni hanno provocato il riempimento delle vasche di raccolta e spandimento del concime. Il via libera concesso dal Ministero, che consente la concimazione in deroga, è fondamentale per ripristinare la fertilità del terreno in modo da garantire una corretta gestione delle colture. Pertanto l'inerzia della Regione nel recepimento della deroga nazionale sta provocando non solo disagi ma soprattutto danni per i nostri agricoltori», tuona l'esponende del Carroccio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Si tratta di un ritardo inaccettabile, se non proprio di una discriminazione verso il nostro territorio se, come si vocifera negli ambienti ben informati, qualora la Regione Emilia-Romagna concedesse la deroga, pare che questa escluderebbe la provincia di Piacenza. E non sarebbe una novità: più volte la Giunta Bonaccini ha dato prova di non considerare adeguatamente Piacenza. Ma una cosa è certa: dal 27 gennaio la nostra provincia tornerà a ricoprire il ruolo che merita», conclude Rancan.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Invia le foto del tradimento alla moglie dell'amante della sua compagna, prima condanna per revenge porn a Piacenza

  • Sorprende i ladri in casa, 90enne scaraventata a terra e rapinata

  • Ferriere, il nuovo sindaco è Carlotta Oppizzi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento