Rancan: «Per Schlein la priorità è lo Ius Culturae, per noi lavoro e case»

Il consigliere regionale leghista: «La vicepresidente non si occupi dei temi nazionali ma inizi a lavorare per la Regione»

«Era difficile iniziare peggio, ma la neo vicepresidente della Regione Elly Schlein ha comunque dimostrato di mettercela tutta e se questo è l'inizio c'è già da mettersi le mani nei capelli». Così il consigliere regionale della Lega, Matteo Rancan, sulle dichiarazione rilasciate dalla vice del presidente Stefano Bonaccini, per la quale «i tempi sono maturi per la concessione della cittadinanza agli stranieri che hanno svolto gli studi nel nostro paese».

«Prima di tutto Schlein parla di una tematica che non è di competenza regionale, ma nazionale, e lei è vicepresidente dell'Emilia-Romagna, dove dovrebbe occuparsi dell'importante delega – al Welfare – che le è stata conferita. Così come è fuori luogo che la vicepresidente si occupi di sicurezza e immigrazione, con la manifesta volontà di voler smontare i decreti sicurezza e cancellare quanto di buono aveva fatto l'ex vicepremier Salvini, che aveva stanziato fondi per le Forze dell'Ordine e messo ordine all'incontrollata immigrazione clandestina nel nostro Paese. Dopodiché per la Lega le priorità per la nostra regione sono altre: il rilancio del mercato del lavoro (i dati pubblicati oggi dalla Cgil sulla Cassa Integrazione sono più che preoccupanti) ed il tema casa, visto e considerato che ci sono più di 5mila alloggi popolari vuote, vuote perché Bonaccini non ha mai trovato i soldi per metterle a posto», ribadisce il consigliere leghista.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«In altre parole, l'esordio della Schlein non è stato dei più felici: le esigenze degli emiliano-romagnoli sono altre rispetto allo ius culturae, e se questo è l'indirizzo della nuova giunta Bonaccini diciamo che così iniziamo molto male. Come Lega abbiamo idee diverse e ben precise, perché chi sceglie Lega fa una scelta: i servizi vanno dati prima alla nostra gente e poi, se avanza qualcosa, potremo occuparci anche del resto del mondo», conclude Rancan.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento