menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rancan: «Rischio alluvione in Valdarda, che fine ha fatto l'idea della cassa di espansione?»

Il consigliere interroga la Giunta per sapere se consideri ancora attuale e realizzabile la proposta avanzata a suo tempo dall'assessore Bruschini e ricorda: "Nel 2015 sono state 91 le allerta meteo della Protezione civile"

Il pessimo stato di sponde e argini del torrente Arda, aree “che soffrono di tanti anni di incuria”, rende la Val d’Arda, nel piacentino, “a forte rischio alluvione”. Anzi, "potrebbe verificarsi un’alluvione ancora più catastrofica di quella che ha colpito Val Trebbia e Val Nure nel settembre 2015, anche perché il fiume attraversa abitati molto popolosi nei comuni di Lugagnano, Castell’Arquato, Fiorenzuola, Cortemaggiore e Villanova sull’Arda". Lo scrive Matteo Rancan (Ln) in premessa a una interrogazione alla Giunta.

Il consigliere chiede all'esecutivo regionale di intervenire al più presto possibile per ridurre l’altissimo rischio alluvione in Val d’Arda e se ritenga ancora attuale e realizzabile la proposta della cassa di espansione fatta a suo tempo dall’assessore regionale Bruschini.

Rancan ricorda che dal 2009, in virtù di un’idea dell’allora assessore regionale, si parla di costruire una cassa di espansione a valle di Castell’Arquato, per raccogliere le acque del fiume quando è in piena, prevenendo così le alluvioni. E sottolinea come nel solo 2015 la Val d’Arda sia stata oggetto di 91 “allerta meteo” da parte della Protezione civile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento