Rancan, Stragliati e Tagliaferri: «A Piacenza è allarme rosso. Dipendenti Ausl lavorino da casa in modalità smart working»

E' quanto chiedono in un'interrogazione i consiglieri regionali della Lega, Matteo Rancan e Valentina Stragliati, e l'esponente, sempre piacentino, di Fratelli d'Italia, Giancarlo Tagliaferri

«A causa della situazione emergenziale connessa alla diffusione del Covid - 19, Piacenza risulta la provincia emiliano-romagnola col maggior numero di persone positive al virus: pertanto è necessario e indifferibile che i dipendenti amministrativi dell’Ausl piacentina lavorino da casa, utilizzando la modalità dello smart-working». E' quanto chiedono in un'interrogazione i consiglieri regionali della Lega, Matteo Rancan e Valentina Stragliati, e l'esponente, sempre piacentino, di Fratelli d'Italia, Giancarlo Tagliaferri.

«A quanto ci risulta, pare che l’Azienda Usl di Piacenza non stia affatto agevolando questa modalità di lavoro, nonostante i dipendenti abbiano chiesto formalmente di poter valutare la possibilità e l’opportunità di poter usufruire dello smart – working, sia perché il tipo di servizio che erogano può essere effettuato nella modalità “domestica”, sia, e soprattutto, perché a Piacenza il numero di persone positive al Covid sta continuando a crescere, nonostante abbia già raggiunto dimensioni drammatiche», sottolineano i consiglieri regionali piacentini.

LA RICETTA LEGA: COMMISSARIO AD ACTA PER L'ECONOMIA, VIA IRAP E BOLLO AUTO, SUBITO LO SBLOCCA-CANTIERI”
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L'istituzione di un commissario ad acta per l’economia, cassa integrazione in deroga portata al 100%, maggiore liquidità per le partite Iva, azzeramento dell’Irap e del bollo auto, accelerazione dello sblocca cantieri, incentivi a comprare prodotti regionali, specie agricoli, tramite il riconoscimento del marchio “Made in Emilia-Romagna. Questi i più significativi ingredienti della ricetta economica del gruppo Lega E-R, proposti questa mattina all'Assemblea legislativa, riunita in plenaria in videoconferenza, dal capogruppo Matteo Rancan. L'esponente del Carroccio ha portato l’attenzione dell'assise virtuale, in particolare, sul capitolo ‘lavoro’, chiedendo anche di “dare la possibilità ai Comuni di spendere l’avanzo di bilancio”. Il leghista, inoltre, ha sollecitato la Regione ad accelerare le procedure per effettuare il maggior numero possibile di tamponi: “Solo oggi il numero dei tamponi è stato superiore a 5mila, nonostante le promesse fatte dal governatore Stefano Bonaccini quasi 10 giorni fa in diretta su La 7 a “L'aria che tira”. Bene a Piacenza, dove gruppi di medici vanno a fare tamponi in casa, ma bisogna iniziare a farli anche agli asintomatici”. E chiede l’esenzione totale del ticket per chi viene contagiato sul luogo di lavoro. Infine, il welfare: “bisogna pensare- sottolinea Rancan- ai bambini e ai ragazzi che non vanno a scuola, specie ai disabili, per seguire i quali serve una linea politica d’intervento comune da parte della Regione per tutto il territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta dopo lo schianto contro il terrapieno, muore un uomo

  • Precipita dal sesto piano, muore un giovane

  • "Litigano" su Twitter, poi s’incontrano a Piacenza e ora convolano a nozze

  • Spostamenti tra regioni e viaggi: cosa si può fare (e cosa no) da oggi 3 giugno

  • Incastrato nell'auto ribaltata, grave incidente in via Colombo

  • Sbanda per una vespa nell'abitacolo e si schianta contro un terrapieno di cemento

Torna su
IlPiacenza è in caricamento