menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(repertorio)

(repertorio)

Reddito di cittadinanza, Piacenza prima in Emilia-Romagna per aumento richieste (+38,6%)

L’incremento del 2020 nell’analisi Ires Emilia Romagna. Rancan: «Necessario che la Regione prenda misure urgenti che possano consentire il rilancio dell'economia reale»

Reddito di cittadinanza, Piacenza prima in Regione per aumento delle richieste nel 2020 (+38,6%). Un dato elaborato su dati Inps nell’Osservatorio sull’economia e il lavoro nella città metropolitana di Bologna di aprile 2021, a cura di Ires (Istituto ricerche economiche sociali) Emilia-Romagna. La provincia piacentina nel 2020 ha fatto registrare l’aumento più consistente di richieste di reddito di cittadinanza sul territorio regionale, con un incremento del 38,6% rispetto al 2019. Una percentuale superiore a quella regionale, nell’ultimo anno cresciuta complessivamente del 34,5%.

               Grafico reddito di cittadinanza-2

Sul tema è intervenuto con una nota stampa il il capogruppo della Lega Er, Matteo Rancan: «Il boom (+38,6%) delle richieste di reddito di cittadinanza registrato a Piacenza nel 2020, secondo l'analisi realizzata dall'Ires dell'Emilia-Romagna su dati Inps, dimostra quanto le politiche assistenzialistiche non bastino mai. Pertanto tale boom indica la misura di quanto tali politiche siano fallimentari per una sana e sostenibile ripresa economica del territorio. Oggi più che mai è necessario che la Regione prenda misure urgenti che, facendo leva su tributi e tasse di sua pertinenza, possano consentire il rilancio dell'economia reale». Rancan sottolinea come non possa essere più sostenibile «vivere nel mondo dell’helicopter money, nel quale il debito pubblico rappresenta la ricchezza di un Paese, nel quale la Bce continua a stampare cartamoneta come la Fed, nel quale la retorica del prestatore di ultima istanza diventa l'alternativa moderna al vecchio concetto di assistenzialismo e statalismo. È pura illusione credere che esista una Bce che venga sempre a pranzo e cena e paghi il conto: occorre fare ricorso alla vecchia, cara legge della domanda e dell’offerta, l'unica a consentire l'autoregolamentazione del mercato. Pertanto è urgente che la politica pensi e si attivi per creare le condizioni a che l'economia reale possa ripartire con vigore e subito» conclude il capogruppo della Lega Er.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccino, a Piacenza in arrivo quasi 54mila dosi

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Il nuovo mercato coperto di piazza Casali pronto a metà 2023

  • Incidenti stradali

    Sbalzati dopo l'urto con un'auto, feriti due ciclisti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento