Reddito di solidarietà, Rancan (Ln): «Privilegia gli stranieri»

Matteo Rancan

«Con il reddito di solidarietà la Regione Emilia Romagna dà l’effettiva dimostrazione di volere privilegiare gli stranieri a scapito dei propri cittadini».
Lo sostiene il consigliere regionale della Lega Nord Matteo Rancan, dopo che ieri in Assemblea legislativa è passato, con i voti del Partito Democratico e di Sinistra Italiana, il parere di conformità sullo schema di regolamento per l’attuazione della legge, che assicura 400 euro mensili alle famiglie in difficoltà.
«È chiaro – accusa l’esponente del Carroccio - che si avvantaggiano gli immigrati se i requisiti fondamentali per accedere al contributo sono quelli di fare parte di un nucleo famigliare composto da almeno cinque persone ed un reddito Isee inferiore a 3mila euro annui. Famiglie numerose e a basso reddito sono infatti quelle provenienti dall’estero, per le quali la Regione spenderà una cifra complessiva di 70 milioni: 35 provenienti dalle casse dell’ente e altrettanti da quelle statali.  Somma, questa, che poteva essere impegnata per interventi a favore dei nostri cittadini che vivono anch’essi momenti di disagio. L’amministrazione Bonaccini ed il Pd smettano di dedicarsi con tanta passione agli immigrati ed inizino ad utilizzare le entrate ricevute attraverso le tasse per dare la priorità agli emiliano-romagnoli».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento