Referendum per la fusione Caminata, Nibbiano e Pecorara: visita domiciliare per il voto a casa

Nell’imminenza del referendum regionale consultivo per la fusione dei Comuni di Caminata, Nibbiano e Pecorara del 28 maggio, l’Azienda Usl di Piacenza comunica che fino a lunedì 8 maggio 2017 sarà attivo un numero telefonico dedicato (0523.98.9723) per prenotare la visita domiciliare di un medico legale. Tale accertamento è indispensabile per il rilascio della certificazione necessaria all’esercizio del voto domiciliare.

La linea è a disposizione dei cittadini nei giorni feriali (escluso sabato) dalle ore 10 alle 12. A seguito della visita domiciliare, potrà essere rilasciata apposita certificazione per l’esercizio del voto domiciliare. Hanno diritto all’esercizio del voto domiciliare gli elettori, iscritti nelle liste elettorali dei comuni di Caminata, Nibbiano e Pecorara, che si trovino in una delle due condizioni previste dalla legge 46 del 7 maggio 2009: 1. elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano; 2. elettori affetti da gravissime infermità tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile, con prognosi di almeno 60 giorni dalla data di rilascio del certificato.

Gli elettori che intendono avvalersi di tale facoltà dovranno far pervenire al Comune, nelle cui liste elettorali sono iscritti, un’apposita dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto nell’abitazione in cui dimorano, corredata dal certificato rilasciato dal medico legale dell’Azienda Usl, nel periodo compreso fra il quarantesimo e il ventesimo giorno antecedente la data delle votazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento