rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Politica

Referendum: Pisani: «Sgambetto all’affluenza». Cavalli: «Sarà caos». Ghilardelli: «parte la ‘campagna’ per promuovere il voto»

Gli esponenti della Lega piacentina intervengono sulla data ipotizzata per il referendum per passare in Lombardia

“Bene il referendum, ma l’election day mancato è uno sgambetto all’affluenza. I cittadini reagiscano, lo scacco al boicottaggio del Governo potrà essere solo una risposta di massa alle urne” Lo dice il segretario provinciale della Lega Nord di Piacenza, Pietro Pisani commentando la notizia della data del referendum per il passaggio in Lombardia, fissato per il 10-11 febbraio su proposta del Viminale. “La consultazione è ciò che abbiamo voluto fin dall’inizio e per cui ci siamo battuti per mesi, ma questa improvvisa accelerazione, svincolata dalle date previste per gli altri appuntamenti elettorali, ha l’amaro sapore di uno sgambetto all’affluenza e produrrà evitabili costi aggiuntivi, in barba a spending review e risparmi. Questo Governo dimostra così di avere in odio la partecipazione popolare, del resto lo stesso Esecutivo non ha alcuna legittimazione popolare. Spiace costatare che, per quanto sia stato dato l’ok al referendum, siamo ancora lontani anni luce dai modelli di reale e autentica democrazia partecipativa, come quello svizzero, in cui i cittadini possono addirittura promuovere referendum sul fisco”.

“Lo schiaffo ai nemici della democrazia potremo darlo solo facendo sentire, in massa, la nostra voce. Per questo invitiamo fin da subito i piacentini a partecipare numerosi. Il ‘piccolo sacrificio’ di recarsi alle urne avrà infatti effetti importantissimi per il futuro del nostro territorio”. “Così sarà caos – aggiunge il consigliere regionale Stefano Cavalli –. In piena discussione – in sede regionale – sulle unioni dei Comuni e nel pieno dell’iter della legge sul riordino istituzionale, il Governo ha pensato bene di piazzare la data del referendum. Rischiamo l’ennesimo pasticcio amministrativo. Questa è la chiara dimostrazione del dilettantismo e dell'approssimazione dell'Esecutivo. Dopo tasse, miseria, debito e disoccupazione, Monti sta ponendo le basi per alimentare ulteriormente la confusione istituzionale”.   “Faremo tutto il possibile per sostenere questo referendum – annuncia il sindaco di Ziano (Valtidone) e vicesegretario provinciale del Carroccio Manuel Ghilardelli –. Il nostro territorio risente molto dell’influsso lombardo, nostro naturale approdo soprattutto per ragioni economiche, in special modo in campo agricolo. La candidatura del nostro segretario federale Roberto Maroni alla presidenza della Lombardia è una ragione e un’opportunità in più per il passaggio a ‘Nord’”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum: Pisani: «Sgambetto all’affluenza». Cavalli: «Sarà caos». Ghilardelli: «parte la ‘campagna’ per promuovere il voto»

IlPiacenza è in caricamento