Reggi: “Scarsi controlli in via Roma? Polledri non sa quel che dice”

Il sindaco a Il Piacenza: "Con le ronde le forze dell'ordine sono state distolte dai loro compiti, questo è il vero effetto". Su via Roma: "Dal 2003 abbiamo effettuato centinaia di controlli interforze registrati dal questore: si informi Polledri". E sull'abolizione delle Province: "Sono d'accordo. Possono avere un senso solo inglobando una vasta area di territorio"

Innanzitutto le chiediamo un commento su ciò che è accaduto l'altra sera, alla prima uscita delle ronde, con gli esponenti del Carroccio contestati da un gruppo di giovani di Rifondazione e non solo. Questo episodio rinvigorisce il suo parere negativo sul modo di fare sicurezza proposto dalla Lega?

Purtroppo (i leghisti, ndr) hanno distolto la pubblica sicurezza ad attività più preziose, e hanno costretto le forze dell’ordine a occuparsi di loro: questo è l’effetto vero delle ronde, al di là dell’iniziativa politica che ognuno ha il diritto di fare. Però, sappia la gente normale che grazie a questi soggetti, ieri, le forze dell’ordine non hanno potuto occuparsi di altre questioni: si sono dovuti occupare di loro, per evitare che si facessero male e che facessero male a qualcun altro.

È giusta, quindi, l’equazione proposta dai contestatori, che equipara le ronde a “vero e proprio razzismo”?

Su questo non dico nulla. Però, da una valutazione sull’effetto concreto di queste iniziative, trovo che sicuramente fanno il bene della propaganda politica del partito promotore, ma non fanno il bene dei cittadini, i quali, visto che sono tutelati dalle forze dell’ordine, rinunciano, a causa di questi soggetti, per un periodo di tempo alle forze dell’ordine stesse.

Allargando il campo, sempre sulla sicurezza, l’onorevole Massimo Polledri della Lega Nord, a “Il Piacenza”, aveva detto che “manca la volontà politica” di agire, soprattutto sui controlli degli appartamenti in via Roma, una delle zone più a rischio. Cosa risponde?

Polledri non sa quello che dice. È dal 2003 che noi facciamo, con un gruppo interforze, controlli in via Roma e zone limitrofe per contrastare la locazione abusiva. Sono centinaia gli interventi fatti, e tutti documentati dal questore: si documenti Polledri. Purtroppo è un onorevole che parla senza sapere le cose e siccome è onorevole ha tanto spazio, e qualcuno ci crede anche alle cose che dice, ma quasi sempre dice sciocchezze.
Cambiamo totalmente argomento.

Elezioni provinciali 2009: aspettative e speranze del sindaco di Piacenza

Mi auguro che il programma del candidato che vincerà sia coraggioso e innovativo. Il nostro territorio ha bisogno, da una parte, di attrarre più investimenti soprattutto nel settore delle energie rinnovabili, cosa che purtroppo in questi anni non è accaduta; così come dev’essere più coraggioso nell’affrontare il tema dell’inquinamento atmosferico, dove il Comune di Piacenza è stato lasciato solo: spero che la nuova amministrazione coinvolga di più tutti i Comuni limitrofi perché è un problema di area vasta. Poi, ci vorrà più coraggio nel lanciare i parchi di tutela delle nostre splendide valli, come il nostro Trebbia che merita questo parco, con iniziative ancora più decise. Oltre che avere un programma che incentivi ulteriormente il completamento delle infrastrutture, con più rapidità, non possiamo più aspettare.

Queste le idee per il presente. Ma qual è il suo parere sull’abolizione delle Province? L’onorevole del Pdl Tommaso Foti, in proposito, ha detto al nostro giornale che “non è solo una questione di vantaggi economici, ma di rendere più diretto il rapporto tra Stato e Comuni”. Può essere una buona idea?

Sì, sono d’accordo con Foti. Penso, però, che le Province possano avere ancora un senso su area più vasta, su area almeno equivalente a un milione di abitanti: il tema potrebbe essere di estendere la Provincia da Piacenza a Reggio Emilia. La funzione di programmazione territoriale che ha lo stesso organo provinciale non può limitarsi a un confine così stretto come Piacenza, ma deve potersi estendere. Quindi, Province più ampie che acquisiscano la dignità di aree metropolitane. Sull’Emilia occidentale una Provincia unica avrebbe senso, di più no.

Quale sarebbe, secondo lei, l’effetto di un’amministrazione di centrodestra in corso Garibaldi?

Bisognerà vedere quale sarà il programma presentato. Normalmente le amministrazioni di centrodestra sono più conservative, e non credo ci sia bisogno di quello oggi: oggi bisogna avere coraggio, innovazione, apertura. Spero che anche il centrodestra capisca che c’è bisogno di avere proposte politiche con queste caratteristiche, perché sarebbe una competizione al rialzo e non al ribasso.

Infine, un’ultima domanda sul volto di Piacenza, anche viabilistico. Lei è stato indicato come il sindaco del “fare”: Piacenza, letteralmente, sotto la sua amministrazione, ha cambiato volto. Questo però ha portato disagi continui, per vantaggi, spesso, a lungo termine, i cui frutti si vedranno solo tra anni. Rifarebbe tutto? Ha qualche rimpianto?

Credo che i piacentini mi abbiano voluto qui non per scaldar la sedia, ma per lavorare. Quindi ho interpretato in questo modo il mio mandato e continuerò a interpretarlo. Rifarei tutto ciò che ho fatto. Anzi, se potessi tornare indietro lo rifarei più rapidamente. Molte cose le abbiamo dovute rallentare per una serie di contrasti e resistenze al cambiamento che, in questa città, sono forse più forti che altrove.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 29 anni travolto da un furgone pirata

  • Un 28enne di Cadeo la vittima del tragico incidente a San Giorgio. E' caccia al furgone bianco

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento