Renzi a “Porta a Porta”: «Botti ha subito un calvario»

L'ex premier da Bruno Vespa, parlando di giustizia, ha ricordato le recenti assoluzioni che hanno visto coinvolti esponenti del suo partito. Tra cui il caso del piacentino, ex segretario Pd

Matteo Renzi e Bruno Vespa

«Andiamo a vedere le sentenze dopo i processi mediatici. Potrei fare l’elenco di quelli che nell’ultimo periodo sono stati prosciolti, perché non avevano fatto niente. Volete sapere l’ultimo caso? Non ne ha parlato nessuno, ma l’ultimo è stato l’ex segretario provinciale del nostro partito, proveniente dalla Fiom, di Piacenza». L’ex premier, durante la trasmissione di “Porta a Porta” dell’8 marzo, ha parlato anche della sentenza che ha visto protagonista l’ex segretario provinciale del Partito Democratico piacentino Paolo Botti. Renzi in studio da Vespa si è trovato, ovviamente, a dover parlare di giustizia, alla luce dell’inchiesta Consip e la fuga di notizie che coinvolge il padre Tiziano. Conversando con Vespa e con i giornalisti presenti in studio, Renzi si è pronunciato a favore del garantismo, citando anche Paolo Botti, assolto per truffa e peculato nei giorni scorsi. «Questo – ha detto Renzi su Raiuno riferendosi a Botti - per sette anni ha vissuto un calvario giudiziario. Ha dovuto ritrovare un lavoro, rimettersi in gioco e poi s'era scoperto “Scusa, era tutto sbagliato”».  Il caso del piacentino è stato preso ad esempio da Renzi insieme a quello del consigliere regionale Stefano Graziano, anch’esso coinvolto in un procedimento, e all’inchiesta “Tempa Rossa” della scorsa primavera. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Cade dalle scale di casa e batte la testa, è grave

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • Solo in Italia e ricoverato in ospedale a Piacenza, i poliziotti delle volanti si prendono cura del suo cane

Torna su
IlPiacenza è in caricamento