Politica

Rientro a scuola, «La Regione avvii un piano di screening con test salivari»

L'intervento del senatore Andrea Ostellari, commissario Lega Emilia, ed il capogruppo del Carroccio in Regione, Matteo Rancan. «Chiediamo alla Giunta Bonaccini di seguire quanto già fatto da altre Regioni, dove sono già stati presentati dei piani per ridurre al massimo i contagi»

(repertorio)

«In vista della prossima riapertura in sicurezza delle scuole, la Regione Emilia-Romagna avvii un piano che consenta di effettuare uno screening puntuale attraverso l'utilizzo dei test salivar». È quanto chiedono il senatore Andrea Ostellari, commissario Lega Emilia, ed il capogruppo del Carroccio in Regione, Matteo Rancan, primo firmatario della Risoluzione ad hoc che impegna la Giunta di viale Aldo Moro «ad approntare il piano di screening». «L’utilizzo dei test salivari sarebbe sicuramente lo strumento meno invasivo per poter monitorare periodicamente alunni e studenti – commentano - si tratta di un sistema di controllo assolutamente prioritario per il quale va fatto ogni sforzo possibile per renderlo utilizzabile sin dalla riapertura delle scuole».

La risoluzione del Carroccio fa seguito ad un’interrogazione (a risposta scritta num. 3140 del 13/04/2021) presentata lo scorso aprile dai consiglieri leghisti Valentina Stragliati, Simone Pelloni, Marchetti Daniele, e Fabio Bergamini, che, in riferimento al test salivare molecolare per Covid-19 chiedeva se ne fosse previsto l'utilizzo anche sul territorio emiliano-romagnolo. In quell'occasione la Giunta aveva risposto ai leghisti «che era in fase di finalizzazione uno studio regionale per comparare le prestazioni diagnostiche di diversi test per la ricerca dell’antigene su saliva con i risultati dei test Rt Pcr e Tma, al fine di stabilire la fattibilità d’impiego dei test salivari nell’attività di screening per infezione Sars Cov-2 in soggetti non sintomatici».

«Una risposta troppo evasiva e poco chiara – aggiunge Rancan – tanto che oggi chiediamo alla Giunta Bonaccini di seguire quanto già fatto da altre Regioni, dove sono già stati presentati dei piani per ridurre al massimo i contagi all’interno degli Istituti scolastici. Linee guida, per l'appunto, che prevedono, in parallelo alla campagna vaccinale, un programma di screening a partecipazione volontaria, rivolto al personale docente e uno screening di massa gratuito per gli alunni delle scuole elementari e medie, mediante l’utilizzo di test salivari e tamponi rapidi prima dell’avvio dell’anno scolastico».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rientro a scuola, «La Regione avvii un piano di screening con test salivari»

IlPiacenza è in caricamento