Rifondazione Comunista: «Cancelliamo la controriforma Fornero»

Prc: «Andare in pensione prima per lasciare i posti di lavoro ai giovani»

Rifondazione Comunista sarà presente con convinzione nelle manifestazioni territoriali della nostra regione promosse per sabato 2 aprile dalle OO.SS. Confederali nell'ambito della mobilitazione nazionale contro la legge Fornero. «Le comuniste e i comunisti – fanno sapere - ci saranno per due ragioni fondamentali entrambe importanti: 1) cancellare una delle leggi più ingiuste contro i lavoratori nella storia repubblicana, 2) costruire un ponte con le nuove generazioni per liberare posti di lavoro e garantire un meccanismo pensionistico dignitoso. Da Berlusconi a Renzi, passando per i governi Monti e Letta, la litania continuamente propinata è stata quella quella della non sostenibilità del sistema, dei conti in rosso per il pagamento delle pensioni e della contrapposizione anziani-giovani; una contrapposizione nella quale l'aumento dell'età pensionabile avrebbe garantito futura occupazione alle giovani generazioni. Nulla di più falso! Da anni i contributi previdenziali finanziano lo Stato tanto che dal 1996 il rapporto tra i loro versamenti e le pensioni erogate risulta in attivo (+21 miliardi di euro nel 2013). Occorre quindi smantellare le politiche rigoriste e confindustriali di questo governo per consentire a chi già lavora di dare dignità e qualità alla propria vita e al contempo consentire con il ricambio generazionale anche una pensione dignitosa ai futuri occupati. Rifondazione comunista è per il ripristino della pensione di anzianità con 40 anni di contributi versati, per il ritorno alla pensione di vecchiaia a 65 anni per gli uomini e 60 per le donne, per il ripristino delle condizioni preesisitenti per i lavori usuranti e disagiati, per l'aumento delle pensioni più basse e per un tetto a quelle “d'oro”. I soldi ci sono e vengono dalle tasche delle lavoratrici e dei lavoratori, ritornino a loro anziché ai banchieri e ai padroni. Per queste ragioni il 2 aprile saremo nelle piazze contro la Fornero e i suoi simpatizzanti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento