Politica

«Risultato straordinario, è l’inizio della disfatta di questo Governo»

Murelli e Pisani (Lega): «L’attuale maggioranza non ha senso e fa danni all’Italia. Il centrodestra ha vinto dove la sinistra governava da 50 anni. In Emilia Romagna la politica clientelare ha fatto tanti errori, i cittadini pretendono servizi migliori e non solo promesse»

Pisani e Murelli

«Ciò che è accaduto in Umbria era ampiamente previsto, ma un risultato del genere ci soddisfa comunque ed era quasi impensabile». E’ il commento dei parlamentari della Lega, Elena Murelli e Pietro Pisani, al voto in Umbria che ha visto la netta affermazione del centrodestra che ha staccato gli avversari di ben 20 punti percentuali, portando alla vittoria la candidata leghista Donatella Tesei.

«Pur se prevista - afferma Pisani - la vittoria è comunque fonte di soddisfazione. Il risultato è l’inizio della disfatta di questo governo di incompetenti, frutto di una maggioranza - Pd e M5S - che non ha senso e che procura danni all’Italia». E a chi dice che il voto non ha valenza politica, Pisani risponde che «è l’atteggiamento di chi si arrampica sui vetri, ma è destinato a scivolare giù e cadere rovinosamente».

Murelli sottolinea lo «straordinario risultato della Lega che ha sfiorato il 37% e che festeggeremo con Salvini il 31 ottobre a Ziano, alla Festa della zucca. Il voto in Umbria dimostra che il centrodestra si può affermare anche dove da 50 anni governa la sinistra. Sebbene l’Emilia Romagna sia una regione sviluppata e con una forte industria, in questa terra, la politica clientelare ha fatto molti errori che gli elettori ben conoscono. I cittadini pretendono, ed è giusto, servizi più efficienti e non solo promesse. Il cambiamento si può realizzare anche in Emilia-Romagna e il 14 novembre a Bologna comincerà la nostra campagna elettorale».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Risultato straordinario, è l’inizio della disfatta di questo Governo»

IlPiacenza è in caricamento