Roma, nel mirino lo stipendio d'oro della piacentina Raineri: 193 mila euro all'anno

Campidoglio, stipendio d'oro per Raineri: prenderà 193 mila euro all'anno Il compenso del Capo di Gabinetto del sindaco Virginia Raggi ha suscitato polemiche. Il consigliere dem Marco Palumbo: "Luigi Fucito con Marino ne prendeva 73 mila"“

Virginia Raggi con la Raineri. Foto ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Ben 193 mila euro lordi all'anno. E' questo lo stipendio che prenderà il nuovo capo di gabinetto del Campidoglio, la piacentina Carla Romana Raineri. La decisione è contenuta nella delibera n. 14 del 5 agosto scorso che ha stabilito la "instaurazione di un rapporto di lavoro a tempo determinato" con il magistrato che ha rinunciato alla presidenza della Corte d'Appello di Milano per accettare l'incarico da Virginia Raggi. La cifra sta già facendo discutere, soprattutto se si considera che supera di molto gli stipendi di quanti l'hanno preceduta. 

Si legge nel documento: "Al Cons. Carla Romana Raineri viene attribuito il trattamento economico annuo lordo complessivo pari a euro 193 mila euro [...] in considerazione della particolare complessità delle mansioni da svolgere che presuppongono speciali competenze tecnico-giuridiche, profonda conoscenza delle normative di riferimento, notevole esperienza ed indiscussa professionalità, in relazione nonché all'impegno connesso all'incarico da svolgere come Capo di Gabinetto ed in considerazione della permanenza fuori ruolo, senza assegni".

La cifra da capogiro non poteva non suscitare polemiche. Il primo a denunciare è il consigliere capitolino del Partito Democratico Marco Palumbo che ha confrontato la cifra con quella percepita dagli ultimi quattro capo di gabinetto assunti in Campidoglio: "Compensi degli ultimi 4 capi di gabinetto: Basile (Maurizio, ndr) 180.000 euro (Alemanno); Basile (Sergio, ndr) 75.000 euro (Alemanno); Fucito (Luigi, ndr) 73.000 (Marino). Raineri nuovo capo di gabinetto 193.000€.Grazie Virgi per lo spreco" il commento su Facebook.

Carla Romana Raineri, magistrato piacentino, è stata a capo dell’anticorruzione del Comune di Roma durante l’era Tronca. In Lombardia è conosciuta per i casi Parmalat, bond argentini, Cirio. E, prima ancora, fino al 2000, gli appalti di epoca Tangentopoli e non: Maltauro, Impregilo, Metro 3, il Forum di Assago.“
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento