Rottofreno, il controllo di vicinato compie un anno: il bilancio

Martedì 4 aprile alle 21 al centro culturale di San Nicolò, la cittadinanza è invitata per un resoconto dell’attività svolta finora e per la raccolta di nuove adesioni. Quattro i gruppi attivi

Nel territorio comunale di Rottofreno, da un anno, i furti si stanno combatteranno anche con il “Controllo del vicinato”. L’iniziativa di sicurezza urbana è ora in fase di implemento. Martedì 4 aprile alle 21 al centro culturale di San Nicolò, la cittadinanza è invitata per un resoconto dell’attività svolta finora e per la raccolta di nuove adesioni. Quattro i gruppi già costituiti a San Nicolò: zona via Alicata, via Lampugnana, via Masina (responsabile Mauro Reggiani), zona Rivatrebbia, via Fratelli Cervi, via Di Vittorio, via Matteotti, via Brodolini (responsabile Fabrizio Rossi), zona via Calendasco, via Marchesi,  via Pascoli, viale Stazione (responsabile Nicoletta Casaroli), zona via Aldo Moro, via Curiel, via Argine (responsabile Stefano Giorgi). 

All’incontro sarà presente un delegato dell’Associazione “Controllo di Vicinato”, Claudio Morosoli di Vigolzone, che già collabora proficuamente con varie Amministrazioni comunali ed Unioni dei comuni della Provincia di Piacenza.  Nuove adesioni potranno essere segnalate durante la serata del 4 aprile oppure all’indirizzo mail della biblioteca comunale. 

Promotori dell’iniziativa, seguita dall’assessore Stefano Giorgi, sono: il Comune di Rottofreno, Unione dei Comuni Bassa Valtrebbia – Valluretta, carabinieri e Associazione nazionale “Controllo del vicinato”. Gli obiettivi mirano a fornire un contributo all’attività di prevenzione e di controllo del territorio comunale istituzionalmente svolti dalle forze di polizia, implementare le tradizionali linee di intervento a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica mediante la valorizzazione di forme di controllo sociale del territorio comunale, incrementare i livelli di consapevolezza dei cittadini circa le problematiche del territorio, promuovere una “sicurezza partecipata”, attraverso formule e modalità di reciproca attenzione e vicinato solidale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento