Politica

Saccardi esce dal gruppo di Forza Italia: «Non c'è mai confronto sulle decisioni»

Il consigliere e rappresentante dei commercianti del centro storico va nel Gruppo Misto insieme all’altro ex Giardino, dopo le polemiche in commissione 4: «I provvedimenti vanno studiati e discussi, non mi ritrovo nell’atteggiamento del gruppo forzista»

Mauro Saccardi

Forza Italia perde pezzi. Dopo l’uscita dal gruppo consiliare di Michele Giardino a novembre, è da registrare un’altra defezione. Mauro Saccardi esce dagli azzurri e va a sedersi nel Gruppo Misto. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la destituzione di Saccardi da presidente della commissione n.4 "sviluppo economico". Decisa proprio da Forza Italia, nella persona del suo capogruppo Sergio Pecorara. Saccardi aveva convocato una seduta nel pomeriggio del 29 maggio, a cui non hanno però partecipato, come annunciato, gli assessori, impegnati con la seduta di Giunta. Su di lui sono piovute critiche bipartisan per aver tirato dritto – ad eccezione di Antonio Levoni dei Liberali Piacentini - e il suo gruppo lo ha destituito dalla presidenza della stessa commissione. Una volta a conoscenza della decisione presa, Saccardi ha chiesto di passare nel Misto. Sergio Pecorara-3

«Come si fa a rimanere – sbotta Saccardi nel commentare le ultime, burrascose, ore di Forza Italia - in un gruppo consiliare del genere? Il capogruppo Sergio Pecorara non mi ha neanche avvisato della destituzione da presidente. Proprio lui, che è stato nel partito dei Pensionati e nel Movimento 5 Stelle, si comporta così. Da consigliere - Saccardi analizza la sua distanza dai colleghi - voglio informarmi e discutere tutti i provvedimenti, altri in Forza Italia accettano tutto e non si pongono domande e questioni. Si devono tenere incontri, ascoltare pareri anche di esperti, confrontarci. Bisogna prepararsi prima di andare in commissione e in Consiglio comunale, per darci un indirizzo. Le cose vanno discusse prima, non possiamo accettare tutto quello che ci viene detto dagli uffici del Comune. Ci vuole un po’ di dignità e obiettività».

Saccardi annuncia che si comporterà come Giardino: nel Gruppo Misto, ma a sostegno del sindaco Barbieri e della maggioranza. Ce l'ha infatti più con l’atteggiamento del gruppo consiliare: «Non è colpa del partito, in Forza Italia mi ritrovo. È che non c’è intesa con quel gruppo in Consiglio a Piacenza. I provvedimenti vanno studiati e capiti. Invece abbiamo rappresentanti di Forza Italia che in aula non fanno altro che “ringraziare gli uffici” per quello che fanno… Un gruppo consiliare di maggioranza del Comune di Piacenza, composto Mauro Saccardi Amministrazione Barbieri, primo consiglio comunale ©Pasquali/ilPiacenzada cinque persone, deve trovarsi e discutere, sempre».  

Forza Italia è un po’ schiacciata dalle altre forze di centrodestra, Lega e Fratelli d’Italia? «Assolutamente sì, sono i trascinatori della maggioranza, fanno bene il loro lavoro. Anche cercando di portare via i meriti altrui». Un esempio? «Il regolamento sulle case popolari - precisa l'ex forzista - è frutto del lavoro dell’assessore Federica Sgorbati, di Forza Italia, eppure il messaggio passato è che sia stato portato avanti da altri».

Il suo comportamento è finito nel mirino della commissione n.4: ha proseguito una seduta senza la presenza di alcun assessore. Per quasi tutti i colleghi, una perdita di tempo e uno spreco di risorse. Non è la prima volta che l’atteggiamento e le dichiarazioni di Saccardi non vengono apprezzate dalla sua stessa maggioranza. In questa occasione non è stato difeso dai colleghi di partito. «Ho proseguito la seduta – risponde Saccardi - perché non lo ritenevo tempo perso. Discutere del commercio e del centro storico, facendo parlare anche persone competenti, non è un danno. È il momento di fare il punto sulla situazione del centro storico. Qua tutti si sentono “fenomeni” su ogni argomento, consiglieri che pensano di sapere tutto sui commercianti e sul centro città. Non mi sta deludendo la Giunta, però avevamo promesso di “ribaltarlo” questo centro storico e non si vedono progetti che danno sviluppo. E, ovviamente, le cose non stanno migliorando per i commercianti e per chi lavora qui».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saccardi esce dal gruppo di Forza Italia: «Non c'è mai confronto sulle decisioni»

IlPiacenza è in caricamento