Saipem, Rancan: «Regione e Governo si battano contro la delocalizzazione»

Rancan (Lega Nord): «I lavori in corso in questi giorni nello stabilimento continuano ad alimentare l'insistenza delle voci sul trasferimento in Romania, senza però che le istituzioni competenti abbiano dimostrato di avere adottato tutte le adeguate contromisure per trattenere a Cortemaggiore questa realtà produttiva»

Matteo Rancan

«Gli annunci vuoti sul caso Saipem e le inconcludenti visite in azienda da parte dell’onorevole Paola De Micheli, dell'assessore regionale Palma Costi e del consigliere Gianluigi Molinari non sono serviti ad altro che a confondere le idee lasciando precipitare la situazione. I lavori in corso in questi giorni nello stabilimento continuano infatti ad alimentare l'insistenza delle voci sul trasferimento in Romania, senza però che le istituzioni competenti abbiano dimostrato di avere adottato tutte le adeguate contromisure per trattenere a Cortemaggiore questa realtà produttiva storicamente legata all'ingegno ed alla figura imprenditoriale di Enrico Mattei».

Così il consigliere regionale della Lega Nord Matteo Rancan, che in merito ha presentato l'8 febbraio un'interrogazione al presidente dell'Assemblea legislativa dell'Emilia Romagna, Simonetta Saliera, per venire a conoscenza dei provvedimenti e delle azioni che la Regione e il governo centrale hanno intrapreso e intraprenderanno per impedire la delocalizzazione dell’azienda petrolifera.

«Non solo Regione e governo – insiste il consigliere del Carroccio - hanno tutti gli strumenti per impegnarsi nella ricerca di una soluzione, ma essendo dello stesso partito sono pure facilitati nel trovare un'intesa politica. È ora che chi occupa certe posizioni si assuma le proprie responsabilità e agisca per portare a casa un risultato concreto, impedendo così l'ennesimo depauperamento dell'economia italiana ed emiliano-romagnola».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • Solo in Italia e ricoverato in ospedale a Piacenza, i poliziotti delle volanti si prendono cura del suo cane

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento