Salvini: «Bisogna ristrutturare le Province per non lasciare soli i sindaci»

Il vicepremier Matteo Salvini interviene sul futuro dell’ente provinciale: «Province con le competenze ma senza soldi e personale, dopo aver affrontato alcune emergenze le rivedremo»

«Una volta risolte le emergenze, sul fronte immigrazione, manovra economica, decreto fiscale, rapporti con l'Europa, occorre avere anche la forza, la buona volontà e il coraggio di rivedere un impianto istituzionale che è monco perché, all'italiana, c’è un ente che c’è e non c’è, che fa e non fa, che ha le competenze senza avere il personale e i soldi. E soprattutto in alcune zone di montagna, con una provincia assolutamente vasta, non ha senso cancellare l'ente provincia senza dare una soluzione, e lasciando soli i sindaci». Lo ha dichiarato il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, nel corso dell'evento “Sindaci d'Italia” organizzato da Poste Italiane. Salvini è tornato su un tema ben conosciuto dai sindaci piacentini: la Provincia mantiene due funzioni fondamentali - la viabilità e le scuole -, ma senza le risorse del passato, con un calo vistoso del personale e l'impiego di amministratori non a tempo pieno, che devono anche svolgere gli incarichi di sindaco e consiglieri nei rispettivi comuni. Un ente svuotato di capacità d'intervento, ma non di responsabilità. «Probabilmente non lo dovrei dire in una logica elettorale - aggiunge il leader della Lega - ma io non campo a pane e sondaggi. Ci sono alcuni piccoli comuni che hanno bisogno del coordinamento dell'ente provincia. Come li possiamo abbandonare in una vallata di montagna se la Regione ci arriva facendo chilometri, senza avere un ente che coordina infrastrutture, scuole, strade. Ci ragioneremo, questo sarà uno dei ragionamenti che bisogna avere il coraggio di fare. O le cose le fai fino in fondo o non si fanno. Non va bene né carne né pesce».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento